IL LUPO CATTIVO

Chi non conosce la favola di cappuccetto rosso?

Sono sicuro che la paura del lupo cattivo

qualcuno, ancora, se la porta appresso!

 

Una sera, alla televisione,

ho rivisto con piacere “Un’impresa da Dio”,

un film noto perché ispirato al libro della religione

 

Dio” … ad un certo punto afferma,

secondo Me con coscienza,

rivolgendosi all’uomo cui ha affidato il compito

di costruire la nuova arca:

(Genesi 6-14),

 “Chi non ha timore del Signore

ha iniziato il cammino verso la conoscenza”!

 

Ora proviamo ad immaginare

che la barca rappresenti la Terra,

le acque burrascose i pensieri

(e/o le emozioni)

e gli animali in coppia …

.. ogni essere umano prigioniero della dualità

 

Si potrebbe ipotizzare che

“navigando” sopra di essi/e,

cioè osservandoli/e

da un punto di vista più elevato

(l’ascensione),

sarebbe possibile salvarsi

dalla catastrofe dell’inondazione?

 

Ciò spiegherebbe anche, incredibilmente,

 il miracolo di Gesù che cammina sull’acqua tranquillamente …

 

Ma il resto, ovviamente, lo lascio

con estrema soddisfazione

alla vostra fervida immaginazione!

… <<Dopo sette giorni, le acque del diluvio furono sopra la Terra; nell’anno seicentesimo della vita di Noè, nel secondo mese, il diciassette del mese, proprio in quello stesso giorno, eruppero tutte le sorgenti del grande abisso e le cateratte del cielo si aprirono. Cadde la pioggia sulla Terra per quaranta giorni e quaranta notti. In quello stesso giorno entrò nell’arca Noè con i figli Sem, Cam e Iafet, la moglie di Noè, le tre mogli dei suoi figli:>> … insieme a tutte le specie di animali …

(Genesi 7–10)

l’UNO è l’Unità Il sette la divinità

 insieme formano il 17 … l’equilibrio universale

cui si giunge attraversando la dualità (2),

dal due all’UNO, così nasce il mito della trinità (3)

 

In quel giorno … le emozioni purificate

emergeranno sopra la materialità (la Terra)

inondandola per la felicità

perche, singolarmente,

l’umanità avrà superato, finalmente,

l’ostacolo d’una superata “verità”…

Il 6 rappresenta la costituzione elementare della materia,

il carbonio (ove striscia il serpente/uomo).

Il 9 quella dello spirito, il silicio (ove vola l’aquila/con le sue piume)

Come sopra così sotto” affermava Ermete.

“Per ogni forza ve n’è una uguale e contraria”, dice invece la scienza

… <<Perché ho trovato Te egualmente in Me e in Te;

non vi è differenza, o mio bello, mio desiderabile UNO!

Nell’UNO e nei Molti ho trovato Te: si, ho trovato Te>>

 

Annunci

Informazioni su L'amico Mauro

https://astronascenteblog.wordpress.com/chi-sono/ ?
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

6 risposte a IL LUPO CATTIVO

  1. L'amico Mauro ha detto:

    “A questo punto, un’obiezione del tutto legittima può sfiorare la mente di chiunque ripensi al racconto del Diluvio: ‘Ma se Noè avesse rifiutato’?” …
    Il seguito al seguente indirizzo:
    http://nonsoloanima.tv/sibaldi-arca/2014/06/15/16-responsabilita/

  2. Pingback: ARROGANTE | La Vita è Poesia

  3. orchideagialla ha detto:

    … “La fiaba di Cappuccetto Rosso è una classica rappresentazione dei passaggi evolutivi dall’infanzia all’adolescenza, alla maturità, alla vecchiaia …
    Il Lupo rappresenta anche l’incontro terribile con la propria Ombra, la cui astuzia è appunto quella di proporre comode scorciatoie ma in realtà di sviarci dalla retta via (Lo Scopo della nostra Vita). Il Viaggio è pieno di rischi e di pericoli, ma va affrontato o non avremo mai l’opportunità di contattare la parte più autentica e profonda del nostro essere.” …
    http://www.archetipi.org/teoria/lombra

    • L'amico Mauro ha detto:

      Rispondono Anna Tinacci e Salvatore Brizzi
      “Il LUPO è uno degli animali che da sempre mi affascina di più, oltre che per la sua natura enigmatica, anche per quello che rappresenta nella cultura dei Nativi Americani.
      Il Lupo viene posto in relazione con la Stella Sirio (tuttavia esiste una costellazione del Lupo), dalla quale provengono, secondo leggenda le anime dei Maestri Spirituali. Nella cultura dei Nativi Americani è un animale Totem ed è un Maestro, mentre è addirittura un animale Sacro per i Celti. Pertanto, visto che ho parlato che per me l’anno 2016 è un anno particolarmente Sacro, era logico che mi apparisse come messaggio nei primissimi giorni di questo anno, proprio un lupo, anche se il post è di fine 2015. L’immagine è crudele perchè c’è un cacciatore che mostra il Lupo gigante che ha ucciso. Certo è che, se fosse stata una foto normale di un Lupo, come passano spesso sulla home, non sarei arrivata a dedicare tanto tempo per comprenderne il messaggio ed il segnale che stava rappresentando.
      Questo:
      I-“eri ho condiviso un post da un’amicizia che rappresentava un grande lupo ucciso e dietro il suo cacciatore che lo teneva alzato da terra in verticale… sulla neve… con sangue sparso… Bhè non vi dico quello che ho letto nei commenti e le maledizioni ed accidenti inviate al cacciatore che sembrava soddisfatto e felice della sua caccia grossa.”
      Ma nessuno si era accorto che era un fotomontaggio sapientemente realizzato. Ho scritto questo su un commento ed oggi non trovo più il post risalente allo scorso fine anno e da me condiviso ieri. Può essere che l’autore “sgammato” l’abbia cancellato, visto che ormai il messaggio mi era arrivato. (si vede quello per cui siamo chiamati e talvolta sono proprio nostre proiezioni solo per ricordarci qualcosa… per dire… è la nostra Coscienza Risvegliata che co-crea…)
      Comunque torno oggi su tutto perchè se è stato realizzato significa anche che dovevo trovarlo e se l’ho trovato dovevo anche cogliere il significato… anche se, ripeto, di fotomontaggio si parla (un invito a riflettere sul discernimento e su quanto siamo svegli… onde non cadere vittime di egregore formatesi per energia identica di tante persone.r.. quelle tante persone che mandavano maledizioni scritte al cacciatore… non accorgendosi che era solo un fotomontaggio ma seguendo quello che credevano gli altri prima di loro… ovvero usando il cervello degli altri e non il proprio!)
      Ho notato con piacere che, malgrado il lupo nelle favole fin da bambini ce lo abbiano rappresentato come un animale cattivo e pericoloso, di cui diffidare e pertanto da uccidere, la lunga lista di persone che infieriva contro il cacciatore doveva essere in parte risvegliata perchè difendeva il Lupo rinnegando le “credenze” dell’infanzia… Dico in parte perchè nessuno si era accorto che era un falso! (Forse era solo una prova per me 😀 con il messaggio e poi doveva subito sparire!)

      Subito il mio pensiero è andato alle Favole ed a quello che ci potevano voler dire ma anche a quanto il Lupo sia stato “raccontato” e descritto ovunque:
      S. Francesco e il Lupo
      Nativi Americani ed i Lupi
      Balla coi Lupi (film con Kevin Costner)
      Attenti al Lupo (Canzone di Lucio Dalla)
      I lupi (Ivan Graziani)
      Coda di Lupo (Fabrizio De André)
      http://www.antiwarsongs.org/categoria.php?id=67&lang=it
      Uomo Lupo: Lupo mannaro e Licantropo
      Fiaba di Cappuccetto Rosso
      Fiaba dei Tre Porcellini
      Lupo Alberto
      Lupen
      Lupo Ezechiele
      Lupo Teodoro (canzone per bambini)
      Lupo e bracconiere (Ivan Graziani)
      etc…

      La prima cosa che mi è passata per la testa è stata tuttavia la Favola di Cappuccetto Rosso dei Fratelli Grimm.
      Interessante notare che il giorno 20/12/2012 (giorno prima del famoso 21/12/2012 😀 ) è uscito su google doodle proprio un omaggio alla Fiaba di Cappuccetto Rosso sul bicentenario ricorrente (La nonna con la faccia verde che fa una lunga calza che distesa in terra sembra un serpente 😀 )
      Qui:
      http://www.panorama.it/mytech/internet/google-doodle-fratelli-grimm-cappuccetto-rosso/

      Anallizzando la Favola da un punto di vista esoterico… (si perchè le Fiabe sono fatte per ricordarci di esaminarle quando siamo adulti dopo che ci hanno impressionato da piccoli spaventandoci al massimo perchè anche questa esperienza serve 😀 )
      Prima devi imparare ad avere paura, dopo devi imparare ad attraversare la paura infernale che ci siamo creati! Altrimenti la Coscienza non si risveglia nella pancia dell’ego dove deve ripescare la nonna ovvero l’energia femminile primaria saggia.

      Dante nella Divina Commedia dice: Per poter attraversare l’Inferno devi prima imparare a non aver paura del Fuoco.
      (Ed io aggiungo che prima ancora devi imparare ad avere anche paura!)

      E quel cacciatore doveva avere ancora molto paura dentro per arrivare ad uccidere un lupo e sentirsi così vittorioso! Ma questa scena non è mai avvenuta per cui ritorno a Cappuccetto Rosso e mi appare nelle mie ricerche un articolo del 22/10/2015 la cui somma è 13…
      E siamo nell’anno 9.. L’ANNO con numero del COMPIMENTO…
      ed è un articolo di Salvatore Brizzi estratto da uno dei suoi libri.
      Comincio a leggere e sento che è molto simile a quello che mi è arrivato a me…
      Ed ora che faccio? E’ consentito, spero, prendere spunti del comune sentire ma inserire la mia visione e sentire là dove necessari… E’ brutto perchè mi sembra una correzione… si… io che estendo il Salvatore Brizzi mi suona male… perchè Lui è un grande e mi ha aiutata molto nel risveglio e cammino ed io non sono alla sua altezza… Per cui prima scrivo quello che lui sente e qualche mio sentire lo aggiungo tra parentesi…

      Cappuccetto Rosso.. La bambina rappresenta un’anima che deve intraprendere un percorso evolutivo (Grande Opera Trasformazione Alchemica). Il cappuccetto rosso (che le viene regalato dalla nonna) rappresenta il parametro iniziatico indossato dal discepolo prima di affrontare una prova. La protagonista lascia la casa su indicazione della mamma (Lo Spirito femminile-separazione), per compiere un Cammino nel bosco e giungere dalla nonna, ossia la mamma della mamma (Lo Spirito Consapevole femminile e rinascita nella nuova coscienza- saggezza femminile); il punto di arrivo si trova dunque ad un’ottava superiore nel femminile, rispetto al punto di partenza.

      Bosco sconosciuto rappresenta il cammino dell’anima nella materia e questo è il luogo dove incontra il lupo famelico (ego-sfidante-brame della personalità) che si cura unicamente di riempirsi lo stomaco per la sua sopravvivenza. Cappuccetto Rosso è ingenua e non ha paura perchè non si avvede della pericolosità nell’ascoltare la personalità anzichè l’anima (l’Io-Ego anzichè Anima). La frase per convincere Cappuccetto Rosso: guarda un pò quanti bei fiori ci sono nel Bosco, perchè non ti guardi attorno? Te ne stai tutta seria come se andassi a scuola, invece è tutto così allegro bel bosco!

      Il lupo la inganna distraendola dal suo cammino iniziatico. Le dice di guardarsi intorno, la affascina con le bellezze che si trovano nel bosco (le cose materiali, denaro e tutto quanto è stato inventato), a tal punto che la protagonista esce dal sentiero per raccogliere i “fiori”. Questo episodio rappresenta le anime che restano intrappolate nelle illusioni della materia e si dimenticano che il bosco va solo attraversato velocemente, senza perdere troppo tempo e senza prestare ascolto ai lupi. Adesso arriviamo ad un punto cruciale: Cappuccetto Rosso è distratta dal bosco, il lupo corre dalla nonna e la mangia, quindi si traveste e finge di essere lei. Cosa significa? A causa del lungo tempo trascorso nel bosco la personalità famelica ha avuto il tempo di travestirsi da spirito. Il lupo ha preso le sembianze della realizzazione della consapevolezza finale. Cappuccetto Rosso crederà di aver compiuto il suo cammino iniziatico ed essere finalmente giunta dalla nonna (falsa illuminazione), quando invece si troverà di fronte ad un travestimento del lupo. Questa è la prova più importante delle prove del discepolo: deve stare in guardia rispetto alle false realizzazioni. Il suo scopo è raggiungere la nonna Saggezza femminile) e tornare a “Casa del Padre”, come accade anche nel viaggio iniziatico di Pinocchio e come nella parabola del Figliol Prodigo, che si colloca a fondamento di queste fiabe esoteriche. Ma a un certo punto,proprio prima della realizzazione finale, l’iniziando può cadere nell’illusione mentale (un’ossessione che lo porta a credere di aver realizzato l’uno) o emotiva (stati di beatitudine mista), il lupo ha inglobato la nonna dentro di sè ed ora finge di essere lei.
      Cappuccetto Rosso si lascia ingannare e viene a sua volta mangiata dal lupo. (Anima intrappolata dove chi guida è solo l’Ego-Io-Personalità) Dopodichè il lupo si mette a dormire (la personalità addormentata).
      A questo punto accade qualcosa di inaspettato e compare una figura nuova: il Cacciatore. Apre con un paio di forbici la pancia del lupo e tira fuori prima la bambina e poi la nonna.
      Chi è costui che libera sia l’anima che lo spirito rimasti intrappolati nella macchina biologica (corpo), portando così la protagonista a realizzare la sua missione? (Sacrificio della carne e del sangue serviti alla nonna/Spirito come in una messa?)

      Il cacciatore è un POTENTE SHOCK addizionale provocato dalla ferma volontà di risvegliarsi. Utilizza due simboli il cacciatore:
      – uno maschile, fallico, il fucile
      – uno femminile, le forbici

      Scrivono i fratelli Grimm:
      “Stava per puntare lo schioppo quando gli venne in mente che forse il lupo aveva ingoiato la nonna e che poteva ancora salvarla. Così non sparò, ma prese un paio di forbici e apri la pancia del lupo addormentato.
      (A mio sentire HA APERTO UN BUCO NERO O WHORMOLE…O PORTALE PER DIMENSIONE SUPERIORE dentro l’energia ego, pertanto dentro il proprio DNA)
      Il cacciatore avrebbe potuto uccidere rapidamente il lupo sparandogli con il fucile, ma in questo modo avrebbe condannato anche il contenuto del lupo (l’ego non si uccide altrimenti con la morte dell’ego si ha morte fisica e pertanto dipartita anima e spirito… L’ego si trasforma ma non si può eliminare perchè è parte energetica di cui siamo fatti…)
      Allora decide di non ucciderlo ed estrarre invece ciò che la personalità porta in Sé: anima e spirito.
      In questo modo porta a compimento l’opera alchemica: “che paura ho avuto! Era così buio nella pancia del lupo! Dice la protagonista ormai liberata. (come Pinocchio e Geppetto nella pancia della Balena).
      *****
      Il lupo, l’Io o Ego o Personalità di Cappuccetto Rosso-Anima (sfidante dell’anima iniziata) devia l’anima dallo scopo principale dell’esistenza (Grande Opera Alchemica) prolungando il più possibile il soggiorno nella materialità.
      Ho letto questo articoli di Brizzi del 22/10/2015 (13) ieri che era il giorno 3/1/2016 (sempre 13).

      (mi fermo qui per ora… riprendo domani….)

      Sono appunti per cui domani rileggo e ricopio in nuovo post… che cercherò di portare a termine”…
      Anna è su FB
      https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=10206661974482481&id=1066704363

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...