CHI È DIO?

EGLI È IL PIÙ GRANDE …

NARCISISTA, dato che ha creato il TUTTO

per poterlo ammirare attraverso le Sue diramazioni

EGOISTA, appurato che TUTTO ciò che esiste

ha un fine che Lo riconduce a Se Stesso

SESSUOFOBO, considerato che  gode degli orgasmi

di tutte le Sue creature

SCHIZOFRENICO, constatato che manifesta se stesso

attraverso infinite personalità,

molte delle quali perennemente in contrasto tra loro

ASSASSINO, perché non interviene ad impedire l’uccisione

di tante Sue creature

ARCHITETTO, vista la complessità e l’ineguagliabilità

delle opere create

ARTISTA, perché tutta la poesia, i canti, la musica, la pittura …,

manifestati ed in manifestazione,

sono solo una piccolissima parte

della sua sconfinata genialità

ALTRUISTA, avendo inventato il modo di crearci

offrendoci la possibilità di provare, imparando ad amare,

 il Suo Immenso AMORE

 (Brano associato: “SCEGLI LA PREGHIERA” – Michele Zarrillo)

 E NOI, LE SUE CREATURE?

 Siamo distacchi energetici, temporanei, dal TUTTO.

Necessari a Se Stesso per autorigenerarsi.

Grazie a questa scissione ci viene offerta la possibilità

di fare un’esperienza nella dualità, la Vita!

Un progetto meraviglioso

alimentato da un’Energia Primordiale:

l’Amore per se stessi

che si realizza attraverso

l’Amore per le altre parti di Lui

cioè NOI!

 … <<I nostri antenati temevano Dio, nella Sua Divinità Onnipresente, nel suo Spirito naturale. Questo però è un Amore che nulla ha a che fare con ciò che l’umano vuole intendere come amore. Quante volte ciascuno di noi, specie in stati di prostrazione sofferente, di angoscia definitiva, si rivolge a Dio, per come Egli c’insegna: “Chiuditi nella tua stanzetta e parla con Me, nell’intimità del tuo segreto”, fa pentimento e chiede grazia… ma ben presto tutto svanisce e si torna peggio di prima. Perché realmente non abbiamo ancora realizzato il contatto nostro, intimo, col Dio Padre. Siamo preda dell’inganno, privo della nostra opera da qui all’infinito, e questa ulteriore prova non superata continua a logorarci fino alla successiva possibilità in cui noi e soltanto noi conquisteremo la coscienza e dell’Amore e capiremo che mai Dio ci ha puniti, ma noi stessi abbiamo ritardato il processo di liberazione, e che nessuna intercessione e nessun santo ci avrebbe mai potuto aiutare se non lo avessimo già fatto con la nostra ferma intenzione.

Chi è Dio e chi è l’uomo?

Sono le due domande basilari ed i due concetti fondamentali, per chi ci riesce, prima di poter affrontare la Funzione dell’uomo Universale. Si pretende di definire Dio pur non conoscendolo … Egli è Amore e Giustizia, che prova e consola, che dà e toglie la vita… Non si può conoscerLo se non mettiamo il nostro discernimento nel turbinio delle esperienze in cui “peccare è umano, perché frutto di conoscenza, ma perseverare è diabolico”. Ed ecco che per questo essere vivente “portatore” d’intelligenza che scopre e fa proprio ogni evento che sia vissuto con il corpo o con la mente, può indagare e, scegliendo bene, ripulirsi l’anima in modo che venga sempre più ad essere degno di uno spirito pulito ed accogliere i concetti sempre più elevati verso il divenire dell’Essere Divino. Diversamente, se la propria iperbole si proietta verso l’animalità ribelle, dall’anima impura usciranno bestemmie ed odio e mai potrà né comprendere né avvicinarsi all’idea Divina, al Logos della Liberazione. Intanto noi non siamo né in grado di comprendere quale rapporto e colloquio vi sia tra il Divino ed i suoi profeti, né di giudicare l’ubbidienza di Abramo; non pensiamo nemmeno cosa facciamo ai nostri adorati figli con inquinamento, atrocità e deformazioni genetiche. Li facciamo morire di fame, li violentiamo in ogni modo. Tutti i figli che nascono sono figli del Padre e nascono angeli, nella parabola infinita dell’uomo che ritorna Uomo. L’ermetica Armonia Universale è retta da Leggi, e potremo comprenderne la Bellezza solo conoscendole e vibrando con Esse all’unisono. Questo è il passaggio dall’uomo “terrestre” all’uomo planetario, che si proietta oltre. Per essere pronti a questo “viaggio” astrale dobbiamo “distaccarci” da ciò che ancora ci lega a quell’atavico peccato originale, per aver mangiato i frutti dell’albero della conoscenza del bene e del male… in cui l’uomo voleva diventare come Dio, ed oggi più che mai per essere contro di lui. il Padre dunque imbastisce la Creazione, la storia ed il susseguirsi delle vicende umane, intercalando atteggiamenti e fatti, ora benevoli, ora severi, mettendo gli uomini nelle più dure ed incomprensibili prove. Chi sei tu che replichi a Dio? Nel tempo in cui il Padre aveva stabilito che era giunto il ciclo degli ultimi dodicimila anni, ci veniva data la “chiave” (l’Amore n.d.r.) del “Cratere della Sapienza” (il cuore/anima coscienza/consapevolezza n.d.r.) con il suo particolare inviato Ermete. Lo abbiamo preso a modo nostro, facendo diventare ancora più incomprensibili e segrete le rivelazioni, le spiegazioni della Coscienza Cosmica. Perché? Semplice … non ci è mai piaciuto ubbidire!>> …

Fonte: “La Legge del Padre” di Orazio Valenti (pag. 89-90), gratuito su http://www.edicolaweb.net/nonsoloufo/file_zip.htm

Annunci

Informazioni su L'amico Mauro

https://astronascenteblog.wordpress.com/chi-sono/ ?
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

12 risposte a CHI È DIO?

  1. Rebecca o semplicemente Pif ha detto:

    ..Buongiorno Mauro, chi di noi non si ha fatto questa domanda, a volte e facile a dare Dio la colpa per quello che succede nel nostro mondo, soprattutto io ho la tendenza di dare lui la colpa perché non interviene per le sue altre creature gli animali. L’uomo in sé pensa ti essere qualcosa più speciale meglio dei animali, e va soltanto in cerca di Dio quando ha bisogno (non tutti, ma quasi tutti) credo si deve avere il massimo di rispetto verso il nostro Creatore, perché LUI e il principio di tutte le cose. L’ubbidienza verso nostro Creatore non è tanto difficile basta soltanto accettare i 10 comandamenti ( 10 piccole e fondamentale regole) non ci ha chiesto cose impossibile di fare. A volte mi sembra che noi essere umani pensiamo di essere come Dio, e pensiamo per il fatto del libero arbitrio possiamo fare tutto quello che vogliamo. Ma noi siamo anni di luce distante per assomigliare a Dio, forse non siamo neanche più degno di essere chiamati i suoi figli.. Dio non e colpa di nulla, forse il suo unico sbaglio che ha fatto e creare l’uomo.. ti abbraccio e dico se noi impariamo ad amarsi e ringraziare ogni giorno il nostro Creatore per quello che ha fatto per noi, possiamo un giorno essere degni di diventare ancora i suoi figli… vi amo Rebecca

  2. Gabriele ha detto:

    Interessante post, graffiante e seducente.
    Ne approfitto per salutare un compagno di viaggio! Chissà se LA Risposta può essere davvero “contenuta” in un contenitore?

  3. L'Amico Mauro ha detto:

    Ciao Gabriele, è un piacere per Me riverTi qui:
    … “A taluni il periodo che state ora attraversando può sembrare irreale, perché sono impreparati all’idea di cambiamenti di tale portata. A prescindere dalle religioni professate, il risultato sarà eguale per tutti, e tutti imparerete di più sul Creatore e gli Dei. Anch’essi furono creatori di tutto ciò che vedete nell’esistenza fisica, e ci riferiamo all’inizino del vostro viaggio nelle dimensioni inferiori. Come state cominciando a capire, in tempi più recenti, ci sono stati altri Esseri che si sono autoproclamati Dei. Nella vostra storia sono noti come Annunaki, provenienti dal pianeta Niburu, e sono responsabili della maggior parte delle informazioni accolte e usate dalle caste religiose. Questo è un altro campo in cui dovremo fare chiarezza, affinché la gente possa unirsi in un credo comune, che rifletta la verità” …
    http://www.costanza2003.org/messaggiQuinsey/SaLuSa24102011.htm

  4. L'amico Mauro ha detto:

    Il vero problema dell’umanità è che si vuole umanizzare Dio:
    http://www.stazioneceleste.it/kryon/98K_2011.htm

  5. poemonapage ha detto:

    L’idea di dio schizofrenico è bellissima, lasciatelo dire! 🙂 ahahah! 😀

    Un caro saluto,
    Paola

  6. Rebecca o semplicemente Pif ha detto:

    Ciao Mauro si hom letta già una volta questo post, e dico ancora se noi esseri umani soltanto rispettiamo i 10 comandamente (poi alla fine non e difficile) allora il mondo cambiarebbe… comunque io credo che DIO non è egoista ma lui e soltanto amore… noi gli offendiamo per causa della nostra incapacità di vivere sotto l’aspetto d’amore.. e un argomento enorme è ovviamente non arriviamo mai ad un punto di conclusione, perchè ognuno di noi vuole vedere Dio al suo modo… ma un arriva anche il giorno in cui il mistero di DIO viene vegliato.. ti abbraccio con amore Pif

  7. L'amico Mauro ha detto:

    … “La produzione in – opere d’arte umana – è incalcolabile; non mi riferisco a quadri e sculture, poesia o quant’altro… ma, a tutto ciò che s’emana dalla vostra presenza. Voi siete gioielli; in tutto quello che fate. Per farvi comprendere meglio, è come quando osservate un cucciolo di qualsiasi razza e stentate a credere che esso ‘funzioni autonomamente’:
    voi funzionate e ciò che vi manca lo apprendete vivendo”…
    Fonte:
    http://sacroprofanosacro.blogspot.it/2013/02/il-papa-adesso-e-un-portale-aperto-un.html

  8. L'amico Mauro ha detto:

    DIO NON E’ NECESSARIO
    … “La dignità dell’esistenza non è creata. La dignità di essere uomini non è creata. Dio è un insulto all’esistenza, all’uomo, alla consapevolezza, a tutto! Dio è un’umiliazione, non è una soluzione per nessun problema. Anzi, ne crea di nuovi e non ne risolve nessuno. Al mondo esistono trecento religioni e sono in lotta l’una con l’altra. Sono tutte state create a causa di questa idea di dio, e tutte ne hanno sviluppato una propria versione. Ogni religione ha la propria idea, perché è comunque una favola.
    Non ci sono idee diverse riguardo al sole. Non ci sono idee diverse riguardo alle rose. Puoi avere idee differenti solo riguardo a una finzione. L’idea stessa di dio esiste perché la nostra mente non può comprendere l’eternità. Quando riesci a levarti al di là delle limitazioni della mente fino alla non-mente, illimitata, puoi concepire tutto ciò che prima era inimmaginabile. Dio non è necessario” …
    Estratto da: http://oshorajneesh.jimdo.com/contatti/l-eternit%C3%A0-del-tutto/

  9. L'amico Mauro ha detto:

    IO … SONO DIO!
    … “Quando operi da una più elevata frequenza inizi a sperimentare consapevolmente i tuoi cambiamenti perché stai re-identificando te stesso in ciò che sei veramente, senza essere limitato dal sé della personalità, che è legato all’ego (io o sé inferiore) che cerca sempre di controllarti. Sì, c’è un “ego sano”, ma noi non vogliamo parlarne in questi termini. Quando parliamo dell’ego, noi parliamo di quell’aspetto del sé che ti obbliga a credere nella separazione, e che afferma di avere sempre ragione, in modo che possa sentirsi lui, e nessun altro, il Creatore. Cerca di capire questa cosa, per favore. Tu sei, come tutti, un aspetto del Creatore, e te ne rendi conto quando inizi a far parte della tua sovranità. Ma non fraintenderci, nemmeno per un attimo, non abbiamo detto che tu sei Dio e che sei unico. Tu sei semplicemente un aspetto di Dio come tutti gli altri. E se tu decidi che un altro non lo è, allora, evidentemente, NON hai ancora sperimentato la verità. Ogni persona, ha in sé il seme di Dio, a prescindere dall’appartenenza a qualsiasi religione, e quel seme cresce e fiorisce senza interruzione, consentendoci di vivere l’emozione … Come iniziare il cambiamento, che la porterà a riallinearsi alla propria consapevolezza d’Essere un aspetto del Creatore, dovrà essere in accordo con il volere della sua anima. Tu non devi fare proseliti, non devi costringere nessuno. L’energia che da Te emana fa il lavoro, oltrepassando confini e demarcazioni culturali e religiose. Diventare cosciente di questo fatto cambia tutto e quei confini, quei muri, cominciano a disgregarsi quando questo viene capito fino in fondo.”…

    Fonte: “Il libro dell’Amore e della Creazione”. Di Paul Selig © 2014 Ed. Stazione Celeste, pag. 221 e 261

  10. L'amico Mauro ha detto:

    L’ENERGIA DI DIO
    … “Voi non potete vedere ciò che vediamo noi.
    Qui ci sono sistemi di energia che sono belli e vorrei che vi abituaste a questa cosa:
    ciò che chiamate Dio è benevolente e ama, è innamorato dell’Umanità.
    Questa è l’energia di Dio: amore e compassione. Non giudizio, non rabbia” …
    Estratto da: http://www.stazioneceleste.it/kryon/144K_2015.htm

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...