TESTAMENTO

 

(Video: “Il testamento” – Fabrizio De André)

 

T’è piaciuto cosa hai letto?

Sì, ci scommetto!

 

In tal caso, se vuoi, puoi far qualcosa

che potrà darti soddisfazione,

collaborare con i volontari d’una associazione

tra le tante “Onlus”,

il cui unico fine è la compassione …

 

In modo che queste,

sostituendosi alla religione,

possano ricevere la donazione

da parte delle tantissime persone

che a seguito dell’incalzante trasformazione

stanno cadendo, sempre più numerose,

nella totale confusione …

 

Quelle che durante la loro frenetica Vita,

non hanno avuto il tempo

da dedicare alla ricerca della verità,

pur contribuendo, fattivamente,

alle sorti della nostra società …

 

Il tuo compito?

Te lo rammento in un momento!

Puoi aiutare chi, afflitto dal dubbio,

non sa a favore di chi fare testamento

poiché non crede più che l’aldilà

sia un proficuo investimento …!

 

Forse non sapevi che: in assenza di testamento e di eredi l’intero patrimonio del defunto passa automaticamente allo Stato; tutti i testamenti (pubblici e/o olografi) possono essere modificati oppure revocati in ogni momento della vita; la legge non consente il testamento orale, se non davanti ad un notaio e due testimoni; il testatore può, se lo desidera, nominare un esecutore testamentario, ovvero una persona di fiducia incaricata di curare e verificare che le disposizioni testamentarie vengano effettivamente eseguite.

Annunci
Pubblicato in Senza categoria | 8 commenti

PERFEZIONE

 

Come si può, dico IO,

guardando a ciò che accade quotidiana-mente,

e che in tanta gente infonde paura,

pensare serena-mente che esisterebbe un dio

il quale contemplerebbe, beata-mente,

la perfezione e la bellezza del disegno di-vino?

 

E che, addirittura,

costui avrebbe previsto la salvezza,

attraverso la redenzione,

per tutte le anime che, inconsapevolmente,

avessero deviato dal “giusto” cammino?

 

Secondo ME non ci crede più nessuno,

neppure un bambino!

 

Ed invece sbagli, perché sono tante le persone

che ancora confidano nella possibilità

di tale, meravigliosa, realizzazione!

 

Sì, specialmente tra quelle animate dalla fede,

le quali, probabilmente,

si sono affidate completamente,

cieca-mente, a chi come loro non vede …

 

… la luce splendente

che illumina, perfetta-mente,

chi ha già raggiunto quella vertiginosa altezza …

avendo elevato, oltre i limiti della condizionata mente,

la propria consapevolezza …

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

«IO» NELLA BIBBIA

 

 Io e il Padre siamo tutt’uno”,

insegna a dire, nella Bibbia, Gesù,

quindi, logica-mente:

chi ha visto il vero “Io”,

ha visto anche il Padre.

IO credo sia vero, e TU?

 

“Suona strano? Sì!

Siamo talmente abituati a pensare che

dicendo ‘Io’ Gesù parlasse di sé …

 

Ma così è:

per Gesù io è l’IO,

e quando dice ‘io’ intende l’IO che è in ognuno,

solo se s’interpretano così,

le sue parole acquistano un senso coerente,

limpido, sconvolgente”

(Fonte: Igor Sibaldi, “Il codice segreto del vangelo”. © 2005 Sperling & K. Ed., pag. 23, stralcio)

 

METAFORE

… “Che i vangeli (e non solo quelli canonici) non fossero propriamente un racconto biografico lo sospettavo, ma Igor Sibaldi dimostra, magistralmente, come ogni singola frase in essi contenuta sia una metafora di un profondo insegnamento.” …

(www.giovannagarbuio.com/il-codice-segreto-del-vangelo)

“Entra nella tua Vita

obbedendo al tuo IO Superiore

(https://anima.tv/sibaldi-arca/2014/13-lio-nelle-scritture)

afferma ancora l’autore,

lasciando intendere, logica-mente,

che ce n’è anche uno inferiore …

 

Ciò, probabilmente,

non creerà nessuno stupore

in chi, assidua-mente, mi segue

ma cosa penserà quella povera gente

che non ha mai sentito parlare dei “due Io”,

la cui fusione originerebbe la divinità interiore?

 

Lascio a ciascuno l’ovvia riflessione …

ma IO Vedo … in questa considerazione,

 l’ennesimo tentativo, da parte della religione,

di cercare di salvare se stessa,

dalla inevitabile capitolazione …

 

Meglio sarebbe, sicura-mente,

che quelle persone lasciassero andare l’illusione

di poter ancora guidare le altre anime,

sulla via della personale realizzazione …

 

Questa, in sintesi,

è la mia semplice conclusione!

 

Pubblicato in Senza categoria | 6 commenti

L’ERRORE

 

L’identificazione,

senza dubbi e/o ripensamenti,

ad una causa dai fini non evidenti …

per quanto possa apparire morale,

potrebbe essere errata per definizione?

 

La singolarità … che,

inconsapevolmente, viene indotta a sacrificarsi

per una presunta verità basata sul di-vino amore,

(pur non trovando, quello, riscontro nella realtà …)

può considerarsi schiava della religione

che continua a perseverare nel proprio errore?

 

Riuscire a liberarsi della moralizzazione

può consentire d’approdare

alla tanto agognata realizzazione?

 

È probabile, perché …

l’abbandono d’ogni certezza

e della ricerca del proprio Sé,

a favore della personale esperienza,

delle opportunità che offre l’esistenza …

potrebbe essere la via più sicura

per raggiungere l’ambita ed agognata bellezza

visibile a chi riesce ad elevare la propria coscienza …

oltre il velo della superiore intelligenza …

 

E TU“?

IO?

Non mi lamento …

da quando ho saputo che il peccato più grande

è il venire meno … al proprio talento …

 

 

L’UOMO ASCETICO

“Quando la Vita rinuncia alla sua potenza generativa diviene solo vita animata da uno spirito sterile” … Venire meno “alla forza affermativa della Vita è un fatto che la clinica psicoanalitica incontra regolarmente: se la tendenza reattiva s’impossessa del soggetto, l’orizzonte della vita si restringe, si coarta. La Vita che non si centra più su se stessa, ma sull’invidia sterile verso l’altro, diviene vita morta, priva di slancio, di forma attiva, di generatività; diviene vita malata. L’uomo del sacrificio si dispone all’interiorizzazione piuttosto che all’espressione della sua forza. La vita interiore prende il posto della Vita: ruminazione incessante, abnegazione, auto colpevolizzazione, risentimento, sacrificio di sé. È la crudeltà specifica dell’uomo ascetico: immolare se stesso nel nome dell’ideale (una vita senza desideri?). in questo senso l’uomo religioso – ‘il prete’, secondo Nietzsche – è l’incarnazione più radicale del fantasma sacrificale: la mancanza, la finitezza, il desiderio, sono vissuti solamente come una degradazione dell’unico vero mondo, quello incorruttibile dell’aldilà. Per questo ‘l’asceta tratta la Vita come un cammino sbagliato … come un errore che si confuta’. Si tratta d’una ostilità fondamentale, d’un odio ostinato della vita verso la Vita.” …

(Fonte: Massimo Recalcati, “Contro il sacrificio”. © 2017 Raffaello Cortina Ed., pag. 15, 55-56, stralcio)

 

Pubblicato in Senza categoria | 2 commenti

REALIZZAZIONE

Qual è la strada  

che conduce alla pace,

all’autentica realizzazione?

 

Al di là dei tanti miti,

oggetto di più d’un’approfondita riflessione,

può davvero, ancora, aiutare la religione?

 

C’è chi afferma che sono stati proprio loro,

i religiosi: vescovi e sacerdoti,

(e da ultimo anche il papa)

a gettar via la Tradizione

per correr dietro alle mode del mondo …

provocando l’esplosione dei teologi della liberazione …

i quali, evidentemente,

si vogliono disintossicare definitiva-mente,

dall’assurda dipendenza alla loro dottrina,

al fine di scongiurare la pericolosa assuefazione

che colpisce chi non conosce la leggedivina …

MISERICORDIA

… “Quanti vescovi e quanti sacerdoti parlano ancora del bene e del male, del peccato e della grazia, della morte e del giudizio, del paradiso e dell’inferno? Ben pochi. Tutti gli altri parlano solo di misericordia, di accoglienza, d’inclusione, di solidarietà, di letizia; danno a intendere che si può essere facilmente perdonati, quasi senza prendersi il disturbo di domandar perdono; e il papa è arrivato al punto di mettere per iscritto (nel paragrafo 303 di ‘Amoris Laetitia’) che Dio stesso, dal peccatore, altro non si aspetta che questi, in certe situazioni, rimanga lì dov’è e seguiti a fare quel che fa, vale a dire che insista nel ‘peccato’.” …

(Fonte: http://www.accademianuovaitalia.it/index.php/cultura-e-filosofia/filosofia/1594-il-senso-del-pulito)  

… cosa che, ovvia-mente,

continua a fare, inconsapevolmente,

chi, avendo troppo studiato,

non s’è ancora “trasformato” …

 

Comunque, cara Anima, non disperare,

poiché anche a TE, prima o poi,

potrebbe accadere d’incontrare il tuo vero Sé

 

Solo allora comprenderai l’inutilità

di chi si spaccia per intermediario della divinità …

 

Auguri, buon viaggio!

Pubblicato in Senza categoria | 14 commenti

QUANDO?

 

Che danno!

Ho scoperto, incredibilmente,

che non solo IO, inutilmente, m’affanno …

 

È passato il Natale

e già si profila, all’orizzonte,

il cenone di fine anno!

 

Anche se, evidentemente,

 rimane ancora da stabilire,

precisa-mente,

quando (?)

inizia il Nuovo Anno…

 

Cosa che ovvia-mente chiunque può scoprire,

semplicemente leggendo,

dato che l’elettronico strumento

consente d’accertarlo in un sol momento …

 

Ma non si trova il tempo,

per scegliere, consapevolmente,

e per riflettere attenta-mente …

ed allora tutto rimane immutato,

immanente … e si rimanda, ancora,

il vero cambiamento … ad un altro istante …

 

Nulla d’importante, sicura-mente,

non, almeno, assoluta-mente,

ma perché, mi chiedo,

non si riesce ad andare oltre la mente?

 

Eppure è là, probabilmente,

che, da sempre,

è raggiungibile il trascendente …

Pubblicato in Senza categoria | 1 commento

QUALE FU?

 

Probabilmente ora lo sai anche tu

quale fu (?) la stella

che i tre re accompagnò

fino alla grotta/capanna

ove Maria e Giuseppe

cantavano la ninna nanna

al bambinello Gesù

 

adagiato nella mangiatoia/culla,

tra il bue e l’asinello

che stavano un po’ più su …

 

Questo racconta il presepe,

inventato, dicono,

dal pio san Francesco,

amante degli animali

 

… cui si sarebbero poi ispirati,

coloro i quali

hanno pure creato i segni zodiacali …

 

È la verità?

Chi lo sa?

 

È questa, per ora …

la tesi comunemente accettata

da chi si fida ciecamente della religione …

 

Ma IO rappresento un’eccezione,

per questo ho iniziato ad indagare, come un ossesso,

su cosa, allora, sia effettivamente successo …

Pubblicato in Senza categoria | 20 commenti