UNICITÀ

 

Cosa c’è di meglio

di adoperarsi per il bene dell’umanità?

 

Impegnarsi nel far emergere,

ciascuno,

la propria unicità!

 

E non, invece,

come qualcuno vorrebbe farci credere …

uniformarsi ad una presunta verità,

che non ha nulla a che fare con la realtà …

 

Non si può, infatti, negare

che ciò che arricchisce la società

è l’individuale talento

 

Chiunque, dalla nascita, lo porta con sé,

a volte si manifesta precocemente,

altre a seguito d’un improvviso cambiamento,

come, incredibilmente, è accaduto a ME

 

In ogni caso, gli effetti che si provano,

quando gli si da totale soddisfazione,

sono quelli tipici di una profonda meditazione,

che aiuta a vivere serenamente

mentre, per compassione,

s’inizia a pensare a come poter aiutare la gente

che non ha ancora sperimentato,

personalmente,

quel meraviglioso sentimento …

 

(Riflessione ispirata dalla lettura del libro di Gabriele Nissim, “La bontà insensata”,

di cui, di seguito, riporto un estratto dalle pag. 179-181)

 

TENTAZIONE

… <<La tentazione del bene universale nasce quando un’istituzione si prefigge di costruire un modello di società il cui compito dovrebbe essere quello di estirpare il male sulla terra, mediante una chirurgica operazione. In nome di un futuro radioso, tutto sembra essere permesso (e più volte è stato tentato), addirittura: eliminare gli uomini che non sono d’accordo, le religioni diverse, le etnie considerate incompatibili con la propria nazione, le classi sociali ritenute nocive ed inquinanti, e, infine, accettare, come necessari e giustificati, i peggiori compromessi con la coscienza. È, questa, una tentazione che si ripresenta di continuo nella Storia, come scorciatoia per “risolvere”, con un colpo di bacchetta magica, le contraddizioni della condizione umana. C’è, in questo percorso, quasi un bisogno esistenziale, poiché l’uomo, di fronte alla precarietà ed ai suoi limiti, è spesso affascinato dall’idea che ci possa essere un modello in grado di modificare definitivamente la sua condizione. L’individuo fa fatica a convivere con quelle che egli ritiene “imperfezioni”, proprie, degli altri e del mondo, e allora è attratto dai profeti che promettono l’assoluto. Non c’è infatti niente di più bello che immaginare ci possa essere una ricetta miracolosa per purificare l’umanità e creare l’uomo nuovo. È quello che Grossman definisce come il fascino delle idee grandiose che fanno immaginare alla gente comune l’impossibile e in nome delle quali tutto diventa lecito e possibile. Tali idee grandiose rassicurerebbero le persone, perché consentirebbero di vedere la realtà in modo semplificato. Ma Ikonnikov è ancora più soprendente. Egli osserva che nessuna idea di bene imposta all’umanità è immune dal provocare guasti, anche quella che sembra la più nobile ed innovativa. Il messaggio cristiano non ha forse insegnato ad amare i nemici, a fare del bene a chi vi odia, a benedire chi vi maledice, a pregare per chi vi maltratta, a volere per gli altri ciò che vorreste per voi? Alla base di questa religione non c’è forse il concetto del perdono? Eppure queste parole di pace e di amore hanno provocato “le torture dell’inquisizione, la lotta alle eresie in Francia, in Italia, nelle Fiandre ed in Germania, … la crudeltà degli ordini monastici, secoli di persecuzioni che hanno soffocato la scienza e la libertà, lo sterminio per mano cristiana delle tribù pagane della Tasmania, interi villaggi africani dati alle fiamme”. Il cristianesimo, osserva sconsolato Ikonnikov, è “costato sofferenze maggiori dei misfatti criminali e briganti malvagi per natura”. Perché questo è accaduto? Il punto in comune nei “movimenti del bene” è stato quello di avere imposto agli uomini di guardare il mondo con il loro credo assoluto e di avere ipotizzato di eliminare la spontaneità e la pluralità degli individui. Hanno ritenuto – lo dice molto bene Hannah Arendt – che non gli uomini, ma un solo uomo abitasse su questa terra, e che tutti dovessero, per questo, agire come una fotocopia l’uno dell’altro. È da questa pretesa di uniformare le persone che si sono creati di volta in volta i “nemici”, anche da parte di religioni che hanno sempre predicato diversa-mente.>> …

Annunci

Informazioni su L'amico Mauro

https://astronascenteblog.wordpress.com/chi-sono/ ?
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...