8 Dicembre

 

Il peccato originale?

Non tutti ad esso sono soggetti,

perlomeno non in modo uguale!

 

La prova è data dalla religione

laddove essa afferma

che è stata già fatta un’eccezione

per l’immacolata concezione!

 

Ora, come NOI, probabilmente,

la pensa ogni anima

che è riuscita a volare più alto con la coscienza,

riuscendo ad andare al di là del bene e del male,

cosa che accade, incredibilmente,

in modo semplice e naturale,

quando si ritrova l’innocenza …

 

Mi dispiace …

perché lo so che “vi piace” …

continuare a credere

a ciò che vi è stato insegnato

ma proprio non posso esimermi

dal mettervi al corrente

di ciò che è palesemente insensato …

 

Se veramente siamo tutti figli di Dio

perché costui avrebbe dovuto fare preferenze?

 

Ad ogni modo questa è l’occasione,

che si ri-presenta, ciclica-mente,

per poter fare una semplice riflessione,

in grado di sollecitare il risveglio delle coscienze …

Annunci

Informazioni su L'amico Mauro

https://astronascenteblog.wordpress.com/chi-sono/ ?
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

14 risposte a 8 Dicembre

  1. Daniele ha detto:

    “Fare proselitismo è peccato” …
    sembra incredibile, ma c’è chi lo ha affermato …
    parlando con convinzione di un uomo
    che in religione sarebbe stato bocciato …
    https://apostatisidiventa.blogspot.it/2016/12/bocciato-in-religione.html

    🙂

  2. L'amico Mauro ha detto:

    Ormai dal ridere me la sto facendo sotto …
    poiché Tutto sembra girare intorno al numero otto …
    … “Il capitolo ottavo della esortazione apostolica Amoris Laetita, quello che ha suscitato maggiori perplessità e preoccupazioni, perché sembra introdurre nella teologia morale, e quindi nella prassi pastorale e nel sacramento della Penitenza, germi di relativismo e di vero e proprio soggettivismo.”…
    (Fonte: https://apostatisidiventa.blogspot.it/2016/12/capolavoro-di-gesuitismo.html)

    … e tutti sanno … (questo l’ho capito) …
    che esso è il simbolo dell’infinito …
    https://gilgameshdisumer.wordpress.com/2016/12/02/infinito/

    😀

  3. orchideagialla ha detto:

    … “Nulla è peccato. L’unico peccato che tu possa fare, è quello di non riconoscere la tua Magnificenza. L’unico peccato che tu possa fare è quello di non amarti.” …
    (Fonte: https://adelevenneri.wordpress.com/2015/11/19/che-accade/#more-128)

  4. marzia galanti ha detto:

    L’obiettivo è espiare i peccati, dobbiamo mettercela tutta e anche se pieni di storture confidiamo nel buon Dio affinchè cambi il nostro cuore.
    Io ci credo.

  5. orchideagialla ha detto:

    Con la tua poesia stai rasentando l’eresia
    https://orchideagialla.wordpress.com/eresia/
    qualunque fedele di quella religione
    potrebbe manifestare la propria indignazione …
    https://apostatisidiventa.blogspot.it/2016/12/sappia-che-incorrera-nellindignazione.html

  6. Pingback: DIVINA NUDITÀ | Mondi alternativi

  7. L'amico Mauro ha detto:

    Però non possiamo dimenticare
    le tante persone
    che sono ancora legate
    ad una superata tradizione …

    Per loro
    lascio la seguente indicazione …

    … “Abbiamo tutti “festeggiato” –
    ed ancora una volta non si sa bene PERCHÉ –
    il giorno dell’Immacolata Concezione.

    (Infatti, ciò che ha attratto di più [sic] è stato usufruire del ‘ponte’).
    Pochi, se non pochissimi, sanno che quella festività
    nasconde qualcosa d’eccezionale
    https://dany90dinozzo.wordpress.com/2016/11/14/eccezionale/
    essa si riferisce allo straordinario concepimento della Vergine Maria,
    non soltanto perché esente dalla Colpa d’Origine
    ma per la Sua nascita soprannaturale” …
    (Per chi lo volesse, è qui che le suddette informazioni ho trovato:
    http://sebirblu.blogspot.it/2014/12/ecco-la-maestosa-realta-dove-volano-le.html)

  8. L'amico Mauro ha detto:

    NIENTE PECCATO!
    “Il peccato originale — niente «peccato»
    La discesa nella materia, la «caduta nella separazione» (questo aspetto viene ben evidenziato
    dalla parola tedesca Sundenfall — peccato originale — dove la parola Sunde deriva da sondern che significa separare; Fall a sua volta significa caduta, quindi letteralmente: caduta nella separazione) fu necessaria. La sempre più sostanziale congiunzione con la materia fu la premessa per l’individualizzazione dell’essere umano. Nella scolastica si dice: materia principium individuationis, la materia è il principio d’individualizzazione.
    Presentare il peccato originale come un «peccato», come un male morale, è un enorme travisamento e corrisponde ad una falsa moralizzazione.
    Poiché con ciò verrebbe inteso che meglio sarebbe stato se il peccato originale non fosse
    avvenuto. Ma così verrebbe annullata l’intera evoluzione.
    Il «peccato originale» è invero la premessa dell’autonomia individuale. Solo attraverso il
    peccato originale sorge la possibilità della conoscenza individuale del bene e del male, e soltanto
    come conseguenza la possibilità di fare il bene ed il male.
    Si deve quindi dire: il peccato originale non è né «bene» né «male», bensì la condizione necessaria per la possibilità di entrambi. La soppressione del peccato originale equivarrebbe al
    contempo alla soppressione della libertà. Le grandi mitologie di tutte le culture parlano di questo
    mistero della separazione, dello smembramento, del frazionamento dell’umanità mediante il
    congiungersi con la materia. Così il corpo di Osiride, come quello di Dioniso, viene frammentato,
    ed ogni individualità odierna è come un atomo dell’umanità primigenia unita.
    La prima metà dell’evoluzione — la discesa — aveva lo scopo di generare l’egoismo della
    separazione, ovvero l’individualizzazione. La seconda metà — la risalita, la redenzione — consiste
    nel fatto che, attraverso la forza dell’amore, avviene un rimembramento di tutti gli uomini gli uni
    dentro gli altri, dove l’individualità non va perduta, bensì trova il suo compimento ultimo. Mediante
    questo rimembramento viene edificato il «corpo mistico del Cristo» di cui ogni essere umano è in
    realtà membro. In ciò consiste la redenzione dell’umanità. Per rendere possibile ciò il Cristo è
    venuto sulla terra.
    L’essenza del peccato originale viene caratterizzata da Rudolf Steiner nella conferenza del
    16 Ottobre 1918 «Come trovo il Cristo?»”
    Fonte: http://www.liberaconoscenza.it/zpdf-doc/libri/archiati%20-%20dal%20cristianesimo%20al%20cristo%20-%20cap.%201.pdf (pag. 8,9)

    Diventando TU stesso “Coscienza Cristica”,
    https://amicidimauro.wordpress.com/2010/05/06/il-destino-delle-religioni-2/
    cioè Amore incondizionato, libero da ogni attaccamento.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...