POVERO CRISTO

<<Scusa, ma non l’abbiamo ancora capito …

chi sono Patanjali, Gurdjieff, Krishnamurti, Osho 

… potresti spiegarcelo “TU?>>

 

 

IO ho semplicemente intuito

che essi Sono “Uomini”, come Gesù

che hanno sperimentato quella stupenda emozione

che ha loro consentito di raggiungere

un più elevato stato di consapevolezza interiore,

nel tempo definito, in tantissimi modi diversi

tra cui: Buddha, illuminazione,

ascensione, paradiso, resurrezione …;

attraverso cui hanno osservato “il Mondo

con rinnovato stupore,

grazie alla visuale più ampia degli “occhi del cuore”!

 

E “tu”? L’hai visto?

Non ancora, probabilmente, se accanto non hai

qualcuno che ti definisce “povero cristo!”

 

La storia è piena di simili Maestri

che nel loro tempo non sono stati riconosciuti tali

da quella parte d’umanità,

ancora ostaggio della dualità,

che continuamente sceglie inconsapevolmente

di portare avanti una lotta estenuante

che impedisce d’abbandonare l’intrascendente …

 

Care Anime, lo so, non MI credete …

preferite rimanere attaccate a quelle “certezze

che stazionano nella vostra mente

e che di fatto costituiscono le vostre debolezze

 

… le stesse che altri sfruttano

per continuare a perpetrare impunemente

le loro molteplici nefandezze …

 

Il raggiungimento dell’ illuminazione

(consapevolezza del Cristo – Buddha)

è la gioia delle gioie,

la vera liberazione!

SOFFERENZE

… <<Nascita, vecchiaia, malattia e morte cessano di essere sofferenze, diventando parte della gioia di vivere. La luce della saggezza illumina l’intero universo, respingendo l’innata oscurità della vita. Lo spazio vitale della persona risvegliata si unisce e si fonde con l’universo. Il nostro “IO” diventa l’universo stesso, e in un singolo istante il flusso vitale si espande fino ad abbracciare tutto ciò che è passato e tutto ciò che sarà in futuro. In ogni momento del presente, l’eterna forza vitale dell’universo si riversa come una gigantesca fonte di energia.>>

Fonte: http://www.sgi-italia.org/approfondimenti/ChiEUnBudda.php

 

Annunci

Informazioni su L'amico Mauro

https://astronascenteblog.wordpress.com/chi-sono/ ?
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

19 risposte a POVERO CRISTO

  1. Pingback: RESIDENZA | La Vita è Poesia

  2. Pingback: SENZA LEI | La Vita è Poesia

  3. Pingback: CIAO ANIME | La Nuova Era

  4. Pingback: MAI SOLI | La Nuova Era

  5. Pingback: RISPOSTE | Consapevolezza ed Amore

  6. L'amico Mauro ha detto:

    SAGGEZZA
    … “voglio che guardiate in faccia la realtà insieme a me per un momento. Siamo diretti verso un pianeta asceso. Tutto quello che vi ho detto, per 26 anni, è stato a proposito di questo: gli esseri umani cominciano a evolvere spiritualmente, il DNA comincia a diventare più efficiente; i maestri del passato, cominciate a riconoscerlo, sono coloro che vi sono stati di esempio e avevano un DNA funzionante a una percentuale molto elevata; avete visto che ognuno di loro, in tutte le sue istruzioni e insegnamenti, cercava di mostrarvi questo. Tutti loro erano esseri umani, nessuno era un angelo, ed (erano qui) per una ragione: far sì che gli umani potessero confrontarsi con loro e sentirsi dire: «Guardami! Guarda che cosa sono capace di fare: puoi farlo anche tu se entri in contatto con ciò che è dentro di te, che è il SEME del Creatore!» (Così) cominciate a evolvere, cominciate ad avere saggezza e conoscenza… per creare la pace sulla Terra e altro (ancora).
    A che cosa assomiglierà un pianeta asceso? Persona “New Age”, metafisico: voi ne avete un’idea, vero? Prima di tutto (secondo voi) la fine della religione: tutti la penseranno allo stesso modo, andrete in giro fluttuando e potreste persino cambiare colore; un pianeta asceso è un pianeta in cui c’è solo coscienza, non ci sarà bisogno del corpo… continuate voi. Questo è ciò che pensate.
    Io sono qui per dirvi qualcosa: su questo pianeta, proprio ora, se pensate quelle cose, VI SBAGLIATE! È più grande di quello, è meglio di quello: credetemi, è meglio di quello. Quale tipo di libera scelta avreste se non ci fossero scelte? Ascoltatemi: con la saggezza non omogeneizzate un pianeta; quello che fate mediante la saggezza è andare d’accordo, non diventerete identici e non arriverà mai un tempo in cui non avrete il libero arbitrio. Mi accorgo che il mio partner mi ha appena detto che ho usato una doppia negazione: avrete SEMPRE (il potere) di scegliere liberamente, su questo pianeta, l’energia che desiderate fare vostra.
    Ma più il pianeta diventa saggio, più il cammino verso l’illuminazione, ossia per vedere la luce e trovare il Creatore, sarà grande, ed è il cammino che intraprenderà oltre il 90%. Ci saranno sempre quelli che la pensano diversamente, ma andrete d’accordo; ci sarà saggezza, perciò non ci sarà più la guerra – ci saranno certi tipi di fisica e invenzioni che la proibiranno – ci saranno guarigione e (aumento) della durata della vita che triplicheranno e quadruplicheranno la razza umana, e aumenterà la saggezza. Arriverete a un punto in cui sarete molto simili a quelli che siete ora e andrete d’accordo” …
    Fonte: http://www.entourage-di-kryon.it/il-filtro-piu-grande-testo

  7. marzia galanti ha detto:

    Colui che si ama veramente, apprezza gli altri. Non può essere diversamente. Se da una parte si tiene distante dalle persone infelici, aggressive o che possono minare la sua gioia, dall’altra accoglie con piacere ogni nuova scoperta del mondo dell’altro, perché è l’occasione di una condivisione.

    Ci sono persone che, invece, mettono solo se stesse al centro del mondo, e non si curano più di tanto degli effetti delle loro azioni. Non hanno apprezzamento per la realtà dell’altro. Questo non è amore, è narcisismo. Spesso il narcisista parla di amore, ma è tutto quello che sa fare: convincere se stesso e gli altri della sua buona fede. Le sue azioni, invece, prima o poi tradiscono ben altri intenti.

    Chi ama, ama se stesso. E ama gli altri.

    Se vogliamo tutelarci dalle persone e dalle situazioni senza amore, abbiamo due vie, necessarie entrambe:

    1) Con noi stessi: Restare al nostro fianco, con amore e accettazione, nelle prove della vita. Il mondo risponde a quello che siamo. Più impariamo ad amare ogni parte di noi, più avremo occasione di vivere questo amore nella vita quotidiana.

    2) Con gli altri: Prima di valutare, nel bene e nel male, non avere fretta e attenersi ai fatti. La realtà materiale ci manda anch’essa messaggi precisi che a volte occorre semplicemente ascoltare con la tanto fantomatica – ma in realtà assai poco usata – facoltà razionale.

    Il primo punto ci chiede di scendere dentro di noi, nelle nostre zone ombra, di accogliere i dolori, scovare in che modo si sono radicati nel nostro inconscio, e come possiamo scioglierli alla luce della coscienza. Qui ci vuole un po’ di coraggio e pazienza, bisogna entrare in una stanza molto buia di cui spesso non abbiamo conoscenza-coscienza… ed è già questo un buon esercizio di amore.

    Il secondo punto ci chiede di mantenerci saldi e lucidi, di accorgerci dei comportamenti esteriori degli altri (e naturalmente gli altri sono anche parti di noi!), ricordando che “in base ai frutti si vede l’albero”. Qui ci vuole un altro tipo di amore: quello che non ha fretta di esplodere, che non si ferma alla superficie, che ha i piedi ben piantati in terra, nella realtà ordinaria, quella fisica. Qui contano i fatti.

    Questi due aspetti in realtà non hanno confini precisi l’uno verso l’altro, ma bene o male possiamo individuarne comunque le zone di azione.

    In questo modo, scendendo da una parte dentro l’invisibile che è in noi per scoprire nuove realtà da illuminare, e dall’altra mantenendoci lucidi e attenti ai fatti del “mondo materiale”, impariamo a dire “sì” all’amore, e “no” al non-amore.

    Se manchiamo una di queste due vie, saremo necessariamente incompleti, necessariamente a metà. Se ci soffermiamo troppo nel guardare a noi stessi, prima o poi il mondo di fuori avrà il sopravvento. E se guardiamo solo al mondo di fuori, prima o poi il mondo di dentro corromperà la nostra coscienza. In entrambi i casi, le persone senza amore potranno invaderci.

    Se invece siamo interi, siamo nell’equilibrio che permette l’amore.

  8. Daniele ha detto:

    Così affermerebbe la scienza …
    che studia l’esistenza …
    http://www.fisicaquantistica.it/perle-di-saggezza/le-fasi-della-incarnazione
    🙂

  9. Pingback: ECLISSI | La Vita è Poesia

  10. Pingback: PRIMITIVE CIVILTÀ? | Ricercatore del Vero

  11. Pingback: IPOCRISIA – astronascenteblog

  12. Pingback: TROVATA! – astronascenteblog

  13. Pingback: AUTOCOSCIENZA | Consapevolezza ed Amore

  14. Pingback: GESÙ? | SPIRITUALITÀ

  15. Pingback: UN TEMPO – astronascenteblog

  16. Pingback: CONOSCITI – astronascenteblog

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...