LA MASCHERA

La faccenda,

che alla moltitudine

può apparire estremamente complessa,

di fatto, come consuetudine,

è un problema solo per quella mente

che totalmente s’è identificata con essa

 

La maschera

è un ruolo,

un gioco di società,

ciascuno la indossa

per sperimentare

una determinata realtà,

al solo fine di comprenderne appieno

la superficialità …

e quindi procedere oltre

nella ricerca

d’una più elevata Verità

 

 

Certo, portarla può aiutare

a provare un’emozione

ed è bene viverla, intensamente,

purché si tenga sempre presente

che rispetto all’eternità

quella dura solo un istante

e che l’importante

è superare, anche,

quest’ultima illusione

 

 

 

Annunci

Informazioni su L'amico Mauro

https://astronascenteblog.wordpress.com/chi-sono/ ?
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

7 risposte a LA MASCHERA

  1. L'amico Mauro ha detto:

    … “Dormi … non ti sveglierò …”

  2. L'amico Mauro ha detto:

    Se invece hai riposato a sufficienza …
    preparati alla magnificenza … ❤

    😀

  3. L'amico Mauro ha detto:

    Tutti vorrebbero vivere beatamente
    in un mondo migliore …
    ma intanto cosa fa la gente ?

    I loro pensieri quasi li senti …
    … “Vorrei soltanto dormire, senza guardare oltre” …
    è ciò che desidera, sostanzialmente,
    mentre inesorabili trascorrono le ore …
    http://itachifan.iobloggo.com/417/i-dormienti
    😀

  4. Pingback: LA GIUSTA DIREZIONE | La Nuova Era

  5. L'amico Mauro ha detto:

    … “Al Club dei Maestri Ascesi c’è una targa, proprio sulla porta e la targa dice:
    ‘Ho rinunciato a tutto e non mi aspettavo nulla in cambio, se non me stesso’.

    Oltre la Personalità
    Ogni Maestro Asceso affronta una specie di pubertà spirituale in cui rinuncia a tutto. Oh, non solo al denaro o ai beni materiali o all’automobile, alla casa, al lavoro e alla famiglia. In fondo rinunciate a tutto ciò che conoscevate come voi – è una delle cose più impegnative che voi o qualsiasi altro umano in risveglio farà mai; certo, perché c’è sempre il desiderio di costruirsi una personalità, di costruirsela addosso. Voi lo fate attraverso cose come i vestiti, il lavoro, il vostro status nella comunità e la relazione con voi. Cercate sempre di definirvi in un modo interessante e nuovo. In fondo, però, tutto crolla o è fatto a pezzi o ve ne liberate in modo elegante. Con grazia.

    Certo, si tratta di superare la personalità. La mente non riesce a immaginarlo. Non ci riesce proprio. In un certo senso la mente cerca di giustificarsi dicendo, “Ok, sarò un po’ meno di me.” Voi non potete essere una cosa o l’altra. La mente dice, “Mi libererò delle mie cattive abitudini.” Beh, scoprirete che – mentre lo dico mi registrano – scoprirete che in realtà le vostre cattive abitudini vi hanno servito davvero molto bene.
    Io mi preoccupo delle vostre buone abitudini … (risate), davvero!
    Quelle sono le abitudini, le cose che fate e che vi fanno sentire moralmente superiori, che difendete, cui restate attaccati e persino quando io cerco di tirarvele fuori a forza di calci, voi ci restate attaccati.
    Naturalmente le vostre cattive abitudini non vi piacciono, cercate di liberarvene, di superarle.
    Sono i vostri personali campi interiori di battaglia del potere … quindi io non mi preoccupo delle cattive abitudini, mi preoccupo di ciò che considerate le vostre ‘buone’ abitudini, le pietre miliari della vostra autostima, della vostra personalità.
    Vi trovate a fare un passaggio divertente – ehi, per me è divertente – da ciò che definireste la vostra personalità, la vostra identità in qualcosa che somiglia a un enorme abisso. Non lo è, ma vi avvicinate come se fosse un abisso. Dovete avvicinarvi a lui senza sapere che cosa accadrà dopo. In caso contrario, la vostra personalità cercherà di afferrarlo e modellarlo nell’immagine che vi piacerebbe avere di voi. Come avete scoperto, l’immagine che vorreste avere di voi è decisamente irraggiungibile… decisamente irraggiungibile”…
    (Fonte: http://www.crimsoncircle.com/LibraryTextViewer.aspx?ContentID=641 )
    IL MATERIALE DEL CRIMSON CIRCLE – La Serie del Kharisma
    SHOUD 1: “KHARISMA 1” con ADAMUS, canalizzato da Geoffrey Hoppe
    Presentato al Crimson Circle il 2 agosto 2014
    http://www.crimsoncircle.com
    Traduzione di Gioia Villa

  6. Pingback: CARNEVALE 2015 | La Nuova Era

  7. Pingback: CAMBIO DI FREQUENZA – astronascenteblog

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...