BRAMOSIA

<<Cos’è che c’impedisce di vivere serenamente?>>

È una domanda cui probabilmente

vorrebbe saper rispondere tanta gente

 

IO, chiaramente, sono tra quelle poche persone

che hanno la presunzione di poter suggerire una soluzione.

Essa ha a che fare con la personale realizzazione

inseguita inutilmente e con fare illusorio

da chi pensa che il possesso di idoli creati artificialmente,

soprattutto per mezzo della televisione,

possa appagare l’effimero desiderio del provvisorio

proprio della mente

 

Non cadrò certo nell’ipocrisia

se affermo che è del tutto inutile inseguire tale bramosia

perché la vera compiacenza,

chissà se sarà d’accordo la religione (?!),

non la si trova nella momentanea soddisfazione

ma ri-trovando la propria Essenza

attraverso l’equilibrio tra gli opposti

da cui scaturisce la personale divinazione

 

… meglio conosciuta con il nome di resurrezione

od anche, più notoriamente … illuminazione!

 

IL FEMMININO SACRO

 … <<La soppressione del principio femminile, specialmente durante gli ultimi duemila anni, ha dato all’ego la supremazia assoluta sulla psiche collettiva umana. Se l’equilibrio tra il maschile ed il femminile non fosse stato distrutto, la crescita dell’ego sarebbe stata molto più ridotta. Nessuno sa la cifra esatta perché non esiste una documentazione precisa, ma sembra accertato che durante un periodo di trecento anni, da tre a cinque milioni di donne siano state torturate ed uccise dalla “Santa inquisizione”, un’istituzione fondata dalla chiesa cattolica per sopprimere l’eresia. Uno dei capitoli più oscuri della storia umana. Era sufficiente, per una donna, manifestare amore per gli animali, camminare da sola per i campi e per i boschi o raccogliere piante medicinali, per essere bollata come strega e quindi torturata e bruciata sul rogo. Il femminino sacro fu dichiarato demoniaco e un’intera dimensione è quasi scomparsa dall’esperienza umana. Altre culture e religioni, come il Giudaismo, l’Islamismo e perfino il Buddhismo, soppressero la dimensione femminile, anche se in modo meno violenti. Lo status delle donne fu confinato alla cura dei bambini e a essere una proprietà maschile. Uomini che avevano negato il femminile dentro di loro, adesso dirigevano il mondo, un mondo totalmente sbilanciato. Il resto è storia, o meglio, un caso storico di pazzia! Chi fi responsabile di questa paura del femminile, che può essere descritta solo come un caso acuto di paranoia collettiva? Potremmo dire: ovviamente gli uomini. Ma allora perché in molte antiche civiltà pre-cristiane, come quella dei sumeri, degli egiziani, e dei celti, le donne erano rispettate ed il principio femminino, invece d’essere temuto, era riverito? Cos’è successo che improvvisamente ha fatto sentire gli uomini minacciati dal femminile? L’ego che si stava evolvendo in loro. L’ego sapeva che avrebbe guadagnato il pieno controllo del nostro pianeta solo attraverso la forma maschile e, per fare questo, doveva rendere il femminile privo di potere. Nel tempo l’ego ha avuto anche la meglio sulla maggioranza delle donne. Adesso abbiamo una situazione nella quale la soppressione del femminile è interiorizzata anche nella maggior parte delle donne. Il femminino sacro, poiché soppresso, è percepito dalle donne come dolore emozionale. Ma le cose stanno cambiando sempre più velocemente, grazie al fatto che molte persone stanno diventando più coscienti, l’ego sta perdendo la sua presa sulla mente umana. E poiché non è mai stato così profondamente radicato nella donna, l’ego perde la sua presa più rapidamente nelle donne che negli uomini.>>

 Fonte: Eckhart Tolle, “Un nuovo mondo”. © 2008 Mondadori (pag. 133-134)

Titolo originale: “A New Earth, Awakening to Your Life’s Purpose”

 

Annunci

Informazioni su L'amico Mauro

https://astronascenteblog.wordpress.com/chi-sono/ ?
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

2 risposte a BRAMOSIA

  1. Pingback: OSTINATA-MENTE | La Nuova Era

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...