INTERVENTO DIVINO

Dopo la fiducia al governo Letta

e le “rassicurazioni” di Berlusconi e Brunetta

possiamo tirare un sospiro di sollievo

senza avere più alcuna fretta

 

Abbiamo tutte le personalità

ai vertici delle istituzioni

compresa quella del Presidente

con le sue strette collaborazioni

 

Se poi s’aggiungono

anche i “due pontefici”

possiamo sicuramente

essere felici

 

E se “qualcosa”

dovesse ancora andar storto

IO che sono più accorto,

ma ingenuo come un bambino,

nella concitata situazione

saprei già a chi rivolgermi

per averLo più vicino

 

Per non confondermi

questa volta, senza esitazione,

mi appellerei sicuramente

ad un intervento divino

a salvaguardia della nazione

 

(pag. 12) <<Mi è giunta notizia che il governo italiano stia per prendere provvedimenti che rischiano di colpire seriamente la chiesa … (pag. 16) abolendo tutte le esenzioni fiscali ed i privilegi concessi al Vaticano non soltanto a Roma, ma per tutte le chiese, le scuole ed i conventi del paese. Equivalenti, in pratica, all’annullamento dei Patti lateranensi… (pag. 17) Secondo i governanti non è più tollerabile che una Chiesa opulenta cavalchi gratis sulle schiene dei lavoratori. È la loro retorica… afferma il cardinale a difesa della Chiesa… (pag. 18). Cosa vorrebbero che facessimo questi loquacissimi critici della nostra ricchezza?>> Che tornassimo indietro nel tempo e <<convincessimo Leonardo e Michelangelo ad usare le loro capacità soltanto per gli imperatori e per i principi? Che Bernini desse a Cesare quel che è di Dio? Dove l’avrebbero messa la Pietà questi critici? Nel parlamento, dove adesso c’è una maggioranza di atei? E Michelangelo? Avrebbe dovuto dipingere la Creazione sul soffitto d’una caserma? Certo, è pur vero che l’ostentazione della ricchezza in un mondo dove milioni di uomini hanno come compagna quotidiana la fame è per molti una vergogna, se non addirittura uno scandalo. Ma i poveri ci saranno sempre>> …

(Non sono d’accordo! Si potrebbe costruire un’Europa politica anziché esclusivamente economica e quindi rinunciare alla difesa dei singoli stati con consistenti risparmi sulle spese militari. Per gli spostamenti veloci … mi sembra abbiano inventato gli aerei, … sempre più performanti nella velocità ed “affidabilità” N.d.r.)

…<<e non credo ci guadagnerebbero qualcosa se fosse in cenci la Chiesa. “Mi torna sempre in mente quell’estate in Etiopia” disse sommessamente Michael. “Migliaia di persone che morivano letteralmente di fame; giovani e vecchi, madri con bambini che parevano fasci di ramoscelli appesi ai loro seni asciutti, bambini che non avevano neanche più la forza di piangere”. Il ricordo gli incrinava la voce. “Ho visto uno scheletro trarre l’ultimo respiro davanti ad un altare rivestito d’oro”. Rinsonelli gli si mise di fronte, piegò la testa massiccia e lo guardò da sopra gli occhiali. “Ma supponi” disse pianissimo, “supponi che, come alcuni avrebbero voluto, si fosse portato quell’altare da un fonditore e lo si fosse venduto per comprare pane. L’indomani ci sarebbe stato soltanto un maggior numero di poveri, ed intanto sarebbe andato perso qualcosa d’inestimabile valore. Quel tuo supplicante era venuto a morire davanti all’altare perché era l’unico posto (secondo il mendicante n.d.r.) dove poteva incontrare Dio. Convertire le spade in vomeri, magari, ma gli altari in pane …? Il tuo uomo si sarebbe sentito sazio ma vuoto”. Michael prese fiato per rispondere, ma rimase zitto. “Per quanto contraddittorio possa sembrare” riprese Rinsonelli, “dobbiamo (pag. 19) cercare di ricordarci che lo sfarzo, i parametri, il rituale, l’altare, la cattedrale stessa sono poemi sull’infinito. Alimentano l’immaginazione impoverita (da chi o cosa? N.d.r.). È difficile (ma non impossibile n.d.r.) avere il Suo volto (l’Amore N.d.r.) davanti a noi in un mondo come il nostro, e l’atmosfera del culto, gli atti formalizzati del prete e dei fedeli, la musica, i canti, la maestosità e la bellezza di tutto questo, sono indicazioni e presagi della Sua Gloria. Impediscono allo spirito di morire di fame (perché lo spirito può forse morire? N.d.r.). qualcuno può ritenerli lontanissimi dal Galileo, ma parlano di Dio con la sua stessa autenticità“. Abbassò la voce che aveva alzato nel suo fervore. “E poi, Michael” disse dolcemente, “non abbiamo anche noi i nostri poveri, i francescani (recentemente uno di loro è salito alla ribalta delle cronache … N.d.r.) i trappisti, i preti e le suore delle missioni e delle parrocchie del ghetto? Non sediamo tutti su troni d’oro”. Michael gli sorrise affettuosamente. “Per citare re Agrippa” disse, “Ancora un poco e i tuoi ragionamenti m’avrebbero fatto diventar cristiano”. Rinsonelli scoppiò in una grande risata e lo abbracciò>> …

Fonte: “Intervento divino”.“Un giallo religioso di Charles Templeton”. © 1979 Mondadori 1^ Ed.(pag. 12-19, stralcio). Con commenti e modifiche al testo a cura dell’autore del blog

 

Perché questa riflessione?

 

Perché IO ho gia scelto da che parte stare

trascendendo ideologicamente

la politica e la religione

che inconsapevolmente

creano separazione

 

Ora puoi riuscirci anche TU

senza alcun dolore

e non necessariamente

attraverso la meditazione

 

È infatti sufficiente

approdare al trascendente

assoggettando la mente

ai consigli del cuore

 

Annunci

Informazioni su L'amico Mauro

https://astronascenteblog.wordpress.com/chi-sono/ ?
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

6 risposte a INTERVENTO DIVINO

  1. L'amico Mauro ha detto:

    … “A volte voi umani avete l’impressione di essere soli, abbandonati su questo piccolo mondo. Nessuno è solo! Tutto è interconnesso, tutto è collegato! Credete di esseri gli unici ad abitare su una sfera? E’ un’altra delle aberrazioni dell’ego e dell’illusione degli esseri umani!

    Alcuni esseri umani pensano di sapere ogni cosa, e così tengono nascosta la vera storia dell’umanità che altrimenti li intralcerebbe troppo e diminuirebbe troppo il loro illusorio potere. Poiché tutto deve venire alla Luce, l’illusorio potere di certi dirigenti, siano essi politici o religiosi, crollerà come un castello di carte e la realtà si manifesterà”…

    Estratto da:
    http://144000raggidiluceattiva.com/12377/

  2. amleta ha detto:

    Non c’è più nessun dolore quando la mente smette di parlare. Non c’è più nessun bisogno quanto si scopre la strada per andare. Noi siamo uniti e uniti dobbiamo rimanere, a dispetto di chi vuole dividerci ,separandoci usando idee diverse che ci mettano in confini diversi. Noi dobbiamo aprire le nostre ali e incrociare le nostre piume coi nostri cuori e liberarci da simili illusioni. E’ vicino il tempo in cui il vento gelido spezzerà ogni potenza e capovolgerà il mondo. Io ho scelto di diventare cielo e aria, null’altro.

  3. L'amico Mauro ha detto:

    … “Voi tutti siete già entrati nella Nuova Era, ma pochi se ne sono accorti. La maggior parte degli esseri sente un grave disagio per la crisi mondiale e per i sacrifici costretti a subire. La maggior parte degli esseri nella polarità non abbandona quello che nel bene e nel male possiede. La separazione è sempre una sofferenza, per cui nella materia nessuno desidera rinunciare agli inutili privilegi raggiunti. In particolare chi ha come unica ragione di vita lo scettro del potere. Ora in tempo di cambiamento, non si riesce a fronteggiare una forza contraria e si cerca una via d’uscita che non si troverà. I benefici goduti si esauriranno nei rivoli del flusso delle nuove energie. Sono esseri che corrono su un carro veloce e non riescono più a trattenere i cavalli con le stesse briglie del passato. Inoltre essi non vogliono accorgersi che hanno già perduto la corsa che li rendeva potenti e intoccabili”…

    Estratto da:
    http://www.stazioneceleste.it/energie_di_luce/energie_di_luce_maestri_13-04-06.htm

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...