DALL’ALDILÀ

L’ultimo fatto di cronaca:

<<Insegue ed uccide la moglie, poi si spara>>

Cosa possiamo “DIRE”?

Perché

c’è chi per altri decide

sia giunta l’ora di morire?

 

Un’interessante intervista quella pubblicata su Metronews il 18 aprile 2013 e rilasciata dalla Dandini per la presentazione del suo libro dal titolo “Ferite a morte” nel quale ha raccolto storie vere di “femminicidio” che lei attribuisce alla difficoltà del maschio ad accettare l’emancipazione delle donne

 

Occorre provare

mentre si sta di qua

ad accedere all’aldilà

 

Come si fa?

Nessuno lo sa!

 

Ma c’è chi afferma

d’averlo capito

e d’esserci riuscito

semplicemente

facendo tacere la mente

 

È “” quindi che

probabilmente

si trova la risposta

che cerca la gente

 

ed essa sarebbe così semplice

d’apparire addirittura sconvolgente

 

Vi voglio aiutare

con questa mia riflessione

anche se è già stato detto tutto

in una meravigliosa canzone …

 

… <<È tempo di riconoscere che quella violenza, è la rabbia di un Maschile che si sente separato dal suo Femminile, che si sente separato dal suo cuore, che si sente separato dalla Madre Terrena, che si sente separato dalla Fonte Divina. Cerca l’estasi attraverso la Sessualità, e rubando energia, violenta Se Stesso. Quando non c’è amore per sé stesso, non può esserci amore per l’altro e neanche piacere può esserci, perché anche il piacere senza amore, è solo un illusione.  L’amore non significa amare l’altro,

l’amore è ESSERE AMORE>>.

Estratto da: http://www.stazioneceleste.it/Myriam/myriam.7.htm

Annunci

Informazioni su L'amico Mauro

https://astronascenteblog.wordpress.com/chi-sono/ ?
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

30 risposte a DALL’ALDILÀ

  1. melodiestonate ha detto:

    bellissima canzone…buona serata Mauro

  2. L'amico Mauro ha detto:

    Semplice e Vera,
    per questo difficile d’accettare
    da chi s’ostina
    a non voler Amare!

  3. Pingback: ETERNA RICORRENZA | La Nuova Era

  4. L'amico Mauro ha detto:

    … e mentre la mattanza continua …
    … nessuno fa niente …
    “Era ancora viva quando le ho dato fuoco”. E’ crollato il sedicenne studente accusato di avere ucciso e carbonizzato in un casolare abbandonato alla periferia di Corigliano Calabro la fidanzatina Fabiana Luzzi, un anno più giovane di lui, provando poi a nasconderne il cadavere in una vegetazione molto fitta poco lontana dal rudere. Ha raccontato tutto al termine di un lungo interrogatorio ai carabinieri cittadini e al pm di Rossano”.
    Estratto da:
    http://www.affaritaliani.it/cronache/femminicidio-cosenza-bruciata-viva26052013.html

    Macabro … non trovate?
    Oppure preferite il termine
    http://orchideagialla.wordpress.com/2012/10/29/aberrante/
    Continuano ad ucciderle …
    … chissà ancora quante …

  5. L'amico Mauro ha detto:

    Così recita una recente canzone:
    … “Se questo è amore
    la storia è un triller
    chi è la vittima
    e chi …

    • L'amico mauro ha detto:

      … “La donna, espressione della Dea e polivalente come la Natura, ne presenta anche la medesima dualità, che la può rendere seduttrice-ammaliatrice oppure iniziatrice-sacerdotessa (ved. i 12 archetipi della Donna alla pagina http://www.raphaelproject.com/femme/archetipi.htm) a seconda della Coscienza che possiede e della padronanza sui suoi piani di potenza.
      L’esercizio per l’uomo – e per l’essere umano in generale – è proprio resistere al richiamo della fascinazione e alla tentazione dell’esteriorizzazione, richiamo che nell’uomo assume una dimensione formale manifesta con l’atto dell’eiaculazione e che nella donna resta invece su di un piano energetico e si correla alla sua “eiaculazione” emozionale ed affettiva”…

      Estratto da:
      http://www.raphaelproject.com/conferenze_online/inc_238.htm

  6. L'amico mauro ha detto:

    … “Tramite le nostre scelte, per lo più inconsce, determiniamo la qualità della nostra vita, modificando tali scelte possiamo modificare la nostra intera esistenza. L’apparente difficoltà o incapacità di cambiare il corso degli eventi nasce dal fatto che le esperienze passate hanno condizionato i nostri schemi di pensiero e che potenti emozioni negative vi sono ancorate. Per modificare uno schema di vita è indispensabile pulire le emozioni più pesanti del nostro passato e solo così saremo in grado di riformulare un nuovo schema di pensiero e di azione.
    Mano a mano che un individuo realizza la connessione con sé stesso, con gli altri, con l’Universo e con Dio inizia ad essere in contatto con un nutrimento interiore che lo mantiene in uno stato di Benessere, Salute, Appagamento e Prosperità. Più un individuo è sconnesso e più ha bisogno, invece, di nutrirsi attraverso l’esterno e sarà sempre in uno stato di bisogno e di mancanza. Da questo stato nascono le dinamiche energetiche del Salvatore, della Vittima e del Carnefice, cioè di ruoli preconfezionati che vengono giocati reciprocamente e che come risultato portano sempre l’infelicità, in quanto la vera felicità deriva solo dalla connessione con la propria Essenza” …

    Estratto da:
    http://www.raphaelproject.com/

  7. Pingback: AL BAR | La Nuova Era

  8. L'amico mauro ha detto:

    … “Non scrivo da un carcere. Non è per un reato commesso che mi trovo qui ma per gli sbagli di un’altra persona, una persona che ritenevo mi amasse. Sono chiusa qua dentro senza la possibilità di uscire né di ricevere visite, tutto questo per la mia sicurezza” …

    Estratto da:
    http://itachifan.iobloggo.com/219/giulia

  9. L'amico mauro ha detto:

    NDE
    (Testimonianze di pre-morte)

    Un altro esempio di morte lucida è quello di Michelle, una ragazza di Boston che fu quasi uccisa da un colpo di pistola sparato dal suo ragazzo. La loro storia era ormai agli sgoccioli e quel giorno si trovavano nell’appartamento di lui – nel seminterrato – quando Michelle sentì una violenta esplosione. Provò un doloro caldo e lancinante alla nuca e, mentre la bocca le si riempiva di sangue, il ragazzo la afferrò dicendo: “Che cosa ho fatto?!”. Lei uscì dal corpo e, da un angolino della stanza, osservò i vigili del fuoco e i poliziotti che camminavano intorno al suo corpo cercando di capire che cosa fosse più giusto fare. Il fratello del ragazzo iniziò a piangere e per la tensione vomitò addosso ad un poliziotto. Vedendo questa scena Michelle si mise a ridere. Fu in quel momento che ebbe questa rivelazione sulla morte:
    Mi sentivo assolutamente in pace, completa, pervasa dall’Amore più grande che avessi mai conosciuto. Pensai: “Se morire significa questo, allora non è poi così male come tutti credono”. Poi vivi una luce piovere dall’alto, sopra di me. Mi trascinava via dalla stanza. Mi sembrava giusto lasciare che le cose andassero come dovevano andare. La luce stava diventando sempre più splendente, avvolgendo il mio corpo. Corpo? Non avevo nessun corpo. Era rimasto là sotto, in quella stanza umida. Mi resi conto di essere fisicamente morta, ma ancora viva mentalmente. La mia anima adesso era il mio “corpo”. Guardai in su, verso la luce. C’era qualcuno che mi faceva cenno di avvicinarmi. Lui era là in fondo al tunnel luminoso. Poi sentii una voce. Una voce maschile. Mi chiese se ero pronta. Io mi sentivo così bene. Era tutto così facile.

    Fonte: “Esiste un posto bellissimo” – L’aldilà nelle testimonianze di chi lo ha visto – di Jeffrey Long con Paul Perry. © 2013 Mondadori (pag. 55-56)
    http://www.librimondadori.it/libri/esiste-un-posto-bellissimo

  10. Pingback: RI-CREAZIONE | La Nuova Era

  11. L'amico Maurol ha detto:

    … “L’Umano che ha subito violenze da piccolo ha molte scelte. È probabile che la situazione difficile si presenti per vedere se sono in grado di rompere lo schema. Qualche volta, comunque, convalida ciò essi sentono, cioè che non dovrebbero essere qui. Così, spesso, l’Umano esce da una relazione di violenza per scivolare in un’altra ancora e poi ricaderci nuovamente! Gli amici l’osservano e dicono: «Cosa c’è di sbagliato in te? Continui a fare lo stesso errore!» A livello dell’Akasha, queste persone stanno rispondendo sempre allo stesso modo alle stesse istruzioni. È una zona di comfort vittimistica. Lo capite, questo?” …

    Estratto da:
    http://www.stazioneceleste.it/kryon/122K_2013.htm

  12. L'amico Mauro ha detto:

    “La capacità di stare soli è la capacità di Amare. Può apparirti paradossale, ma non lo è. È una verità esistenziale: solo le persone in grado di stare da sole sono capaci d’amare, di condividere, di toccare il nucleo più intimo dell’altra persona – senza possederla, senza ridurla ad un oggetto e senza diventarne assuefatti” …
    Il seguito al seguente indirizzo ….
    https://amicidimauro.wordpress.com/2011/02/11/amore-e-relazione/

  13. L'amico Mauro ha detto:

    Quando finirà questa atroce mattanza?
    http://www.ilgiorno.it/milano/cronaca/2014/03/05/1034553-omicidio-mamma-figlio.shtml
    Probabilmente dopo che tutti saranno divenuti consapevoli
    della loro Vera Essenza …
    https://amicidimauro.wordpress.com/ioego/#comment-4259

  14. L'amico Mauro ha detto:

    Considerarti …
    http://itachifan.iobloggo.com/371/mia
    è questo che, “probabilmente” …
    conduce alla …
    http://itachifan.iobloggo.com/372/follia

  15. Raul111 ha detto:

    Ripeto l’assassino è anche dentro di te,
    nn sei di certo immune alla violenza umana;
    ti spiego: se nn riesci a condividere un asciugamano
    nn ti par forse di aver fatto violenza al prossimo tuo?
    In verità ti dico: lo hai dunque ucciso nell’anima poiché
    non lo hai amato.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...