LEGATI

Certo, ci siamo amati
e poi lasciati,
convinti di fare sul serio,
ma siamo rimasti legati
dal reciproco desiderio
che abbiamo animato
dandogli, a distanza,
pensieri e forme
a nostra immagine e somiglianza

Un rapporto segreto
che abbiamo affrontato con coraggio
e che ci ha accompagnati
per un breve tratto
del nostro lungo viaggio
in una dimensione incacellabile
dove la delusione è del tutto improbabile
e la realtà sconfina nell’Eternità

E’ questo il caso, tanto ricercato,
in cui ci si accorge d’aver provato
un profondo sentimento,
proveniente sì dal cuore
ma che supera il comune amore
che invece dura solo un momento


LA STANZA SEGRETA

… <<Così, quando per la prima volta la tua anima giovanile si aprì alla mia, come i fiori del mattino aprono le loro corolle al caldo sole, seppi che eri una creatura singolare, un’anima sensibile ai miei poteri, e duttile. Guardami negli occhi del cuore, Ti dissi, lì puoi vedere l’Amore. Assorbi il mio influsso senza tema, addormenta e placa le tue energie mentre il braccio mio più forte sostiene il tuo languore. So che voi donne non avete potere nel freddo mondo degli oggetti governato dalla ragione, ove tutto è misurato e meccanico. Là siete ornamento, balocchi, proprietà, fiori recisi catturati in vaso, per splendere un giorno e poi morire. Ma nella vostra stanza segreta, cinta da tende di vaga morbidezza, fiocamente rischiarata da barlumi e guizzi, ove ogni forma è indistinta, ogni suono ambiguo, lì avete potere, lì l’Irrazionale, l’Intuizione, delle potenze invisibili parla ai vostri nervi di donna, fili galvanici che raccolgono, interpretano e trasmettono forze invisibili e la loro volontà nascosta. Quello è il vostro mondo, dove l’Invisibile, l’Inudito, Impalpabile e Sconfinato parla a ed attraverso di voi. Siete voi che sentite le vostre nature vibrare della loro forza. Accoglieteci in quel mondo rovesciato dove il potere scorre verso l’alto, come nella sfera, dove la sinistra è destra, le lancette ruotano al contrario, e voi sedete in trono ed indossate le toga, e ghirlande di rose profumate e corone, e gioielli tra i capelli, sardonice, pietra di luna, rubini e perle, pietre reali, di un mondo in cui siete sacerdotesse e regine potenti, e tutto è pervaso dal vostro volere>>…

Fonte: “Possessione – Una storia romantica” di Antonia S. Byatt (pag. 486-488, stralcio). (c) 2003 Mediaset ISBN 8496142027.
Gruppo Editoriale L’Espresso – Divisione “La Repubblica” – Distribuito col quotidiano

Annunci

Informazioni su L'amico Mauro

https://astronascenteblog.wordpress.com/chi-sono/ ?
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

4 risposte a LEGATI

  1. L'amico Mauro ha detto:

    … “Sono giunta alla conclusione che non puoi fare quel tipo di bilancio in un rapporto. Non si può “contabilizzare” quanto ricevi e quanto dai come in un libro mastro.Ognuno fa quello che ritiene giusto, al meglio delle proprie possibilità. Stop. Lo dico perchè credo fermamente che un tale tipo di atteggiamento porti inevitabilmente a un altro: ad un certo punto si inizia a pensare “basta, perchè sempre io? io ora ho fatto abbastanza e mi fermo, tocca a lui/lei”. E questo distrugge invece di creare. Abbatte invece che far crescere. Rinsecchisce invece di nutrire. Noi facciamo quello che facciamo perchè siamo donne. Perchè noi POSSIAMO farlo. SAPPIAMO farlo. Arriverei quasi a dire che è nella nostra natura. E se ci fermassimo, se smettessimo, saremmo colpevoli due volte, contro il nostro compagno e contro noi stesse. Lo penso davvero, non sto dicendo minchiate filosofiche rabberciate da qualche sito new age. Lo penso davvero”. Fonte:
    http://lavitasecondolapuff.blogspot.it/2012/06/seguito-commenti-precedente-post.html

  2. L'amico Mauro ha detto:

    LA TRINITA’:
    … “Le forme dell’esistenza sono congiunte a quelle del pensiero, come la sostanza inerte è collegata all’Intelligenza creativa. Tutto l’esistere è generato dall’Uno, ciò che è buono o cattivo dipende solo dalla mente degli uomini. La mente umana influenza la materia e in un senso o nell’altro il corpo assorbe nella parte più sottile luce o ombra secondo le emanazioni assorbite da chi le percepisce e gli effetti non sono uguali su ciascuna persona. Il principio di Padre–Madre, maschile e femminile, sono distaccati e congiunti dalla forza dell’unione alkemica tra i due opposti. Essi appaiono opposti, ma solo in apparenza, infatti derivano dall’Infinito e dai due poli in opposizione e dalla loro unione creano il Figlio che governa l’Amore manifesto e forma una trinità. Ogni principio metafisico ha per legge divina la trinità”…
    http://www.stazioneceleste.it/energie_di_luce/energie_di_luce_maestri_12-04-22.htm

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...