LA FINE

Per tutto vale:

<<v’è un inizio, uno sviluppo

ed una fine>>

 

Non ci vedo

niente di male

non è necessario

organizzare il suo funerale

 

Da bambino

mi fu imposto il battesimo,

che chiunque subisce in silenzio,

ma ora che sono cresciuto

convinto sentenzio

la fine del cristianesimo

 

Per questo

anche mia Madre

è convinta che IO

sia preda di qualche

strano INCANTESIMO

 

Ella, preoccupata, mi dice:

<<Attraverso me sei venuto alla luce

ma ora dimmi, chi ti conduce?

 

Colui che ho messo al mondo

adesso rivoglio

e per questo sono anche disposta

a passar sopra il tuo orgoglio

 

Ma non sei tu il mio figlio adorato

dimmi dov’è

perché se n’è andato?>>

 

Ed IO

cercando di rassicurarla

le rispondo pacato:

 

Egli s’è recato

in quel Luogo incantato

dove chiunque

in passato è già stato

 

ma per averlo dimenticato

su questa Terra s’è poi rincarnato

in attesa di riscoprirlo

e poter viver beato

(Brano associato: “Karma” – T. Ferro & J. Legend)

 

TERRA E MARTE

(La versione della Bibbia)

 … <<Vediamo ora la storia della creazione come la racconta la Bibbia. Anche qui Dio separa il cielo dalla Terra:

“In principio Dio creò il cielo e la Terra. La Terra era una massa senza forma e vuota; le tenebre ricoprivano l’abisso e sulle acque aleggiava lo spirito di Dio. Iddio disse: <<Sia la luce>>: e la luce fu. Vide Iddio che la luce era buona e separò la luce dalle tenebre; e chiamò la luce ‘giorno’ e le tenebre ‘notte’. Così fu sera, poi fu mattino: il primo giorno. Dio disse ancora: <<Vi sia fra le acque un firmamento, il quale separi le acque superiori da quelle inferiori>>. E così fu. E Iddio fece il firmamento, separò le acque che sono sotto il firmamento da quelle che sono al di sopra; e chiamò il firmamento ‘cielo’. Di nuovo fu sera, poi fu mattino: il secondo giorno”.

Prima Dio creò il cielo e la Terra, ovvero la cintura di asteroidi ed il pianeta Terra. Dopo la disintegrazione di “Tiamat, sulla Terra vi era deserto, vuoto e tenebre. L’atmosfera era densa di masse del pulviscolo formatosi dalla distruzione di Tiamat e il Sole aveva poche possibilità di raggiungere la Terra. Con il tempo l’atmosfera si purificò, vi fu la luce, i raggi del Sole furono di nuovo visibili dalla Terra e, dalla rotazione della Terra sul suo asse, si ebbero il giorno e la notte. Fu la prima fase della creazione della Terra, il primo giorno. In questa fase, sulle acque aleggiava lo spirito di Dio. L’acqua qui è lo spazio, l’acqua primordiale egizia “Nun”. In seguito qualcosa cambia. Quando Dio dice: “Vi sia fra le acque un firmamento, il quale separi le acque superiori dalle acque inferiori”, con “acque” s’intende la Terra e la cintura degli asteroidi (formatisi dopo la distruzione di Tiamat n.d.r.). È difficile immaginare queste diverse acque nello spazio. A questo punto, nel tempo, è subentrato un mutamento semantico. La versione accadica della storia, nelle tavole cuneiformi, che fa riferimento ad ancor più antiche fonti sumere, è la prima che si conosca. I testi egizi sono molto più recenti e solo una piccola parte di essi parla della creazione e, dopo, abbiamo la Bibbia. Nel passare del tempo la storia della creazione è trasmessa con leggere modifiche, fino alla versione biblica. Ma guardiamo più avanti. Con il “firmamento” s’intende Marte che, chiaramente, divide le acque sotto il firmamento (Terra) e quelle sopra (cintura di asteroidi). In questa lettura il testo biblico ha un senso. Se invece s’interpreta letteralmente, ci si deve spiegare dove si trovi il firmamento sulla Terra, quello che la divide  dal cielo. Vorrebbe anche dire che si trova da qualche parte sopra le inquietanti acque del firmamento, quindi, forse, da qualche parte nello spazio. L’interpretazione letterale, qui, fallisce miseramente. Nella frase: “E Iddio (…) chiamò il firmamento cielo” troviamo un altro cambiamento di significato, una deformazione. Qui proprio Marte – e non la cintura di asteroidi – diventa improvvisamente “cielo”. Il testo, in questo punto è illogico. All’inizio del libro della Genesi è scritto che Dio creò il Cielo e la Terra. Quindi, il cielo già c’era. Più avanti viene il versetto: “E Iddio fece il firmamento”, e dopo: “chiamò il firmamento cielo”. Cosa potrebbe nascondersi dietro al fatto che Marte, improvvisamente, diventa il cielo? Da una parte potrebbe riferirsi alla strada che l’anima deve percorrere dopo la morte corporale, strada che passava prima per Marte per poi giungere alla cintura di asteroidi. Secondo gli antichi testi egizi, lì si trova una speciale porta per l’aldilà, attraverso cui si giunge alla cintura di asteroidi. Un’altra possibilità sarebbe che le deformazioni del testo non siano un mutamento semantico ma siano state introdotte volutamente. A sostegno di questa ipotesi c’è il fatto che non fu mai consentito di cambiare neppure una virgola nei cinque libri del Pentateuco, la Torah. Per gli ebrei, le trascrizioni dall’originale dovevano eseguirsi con meticolosa precisione, gli errori non erano consentiti. Perché, ci chiediamo, qualcuno esige che un testo non sia assolutamente cambiato, in nessuna situazione, nemmeno nelle piccolezze? L’unica risposta logica è che quel testo contiene un messaggio che andrebbe perduto, potrebbe alterarsi ed invalidarsi. A questo punto abbiamo di nuovo a che fare con “un intervento da dietro le quinte”, con un “attore” che disponeva dell’illimitata sapienza della preistoria? Noi supponiamo di sì. Gli antichi testi mesopotamici ed anche ed anche i libri egizi dell’oltretomba narrano tutti la stessa storia. Ma quelle religioni sono “morte”. Di esse si occupano solo gli specialisti, egittologi e sumerologi. Quelle religioni, come tali, non esistono più. Se la nostra interpretazione è giusta, se esiste un messaggio indirizzato all’umanità dei nostri giorni, dove poteva essere posto per raggiungerla? La risposta è facile: lo si mette nei libri sacri di una comunità di credenti, la cui religione sia ancora praticata. La Bibbia è letta quotidianamente da così tanta gente che è molo verosimile che un lettore, anche non conoscendo gli antichi testi, recepisca una contraddizione, come è successo a noi. Noi comunque siamo in una posizione migliore, abbiamo cercato iol messaggio nascosto anche nelle antiche scritture. Nella “Pietra di Shabaka”, dietro le bizzarrie del mondo degli dèi, abbiamo trovato notizie sulla formazione del sistema solare. E proprio all’inizio della Bibbia abbiamo trovato le stesse distorsioni. Con questo possiamo affermare che il deus ex machina predilige procedere in questa maniera per trasmettere informazioni a coloro che penetrano il testo fino al sistema che ne è la base.>>

 Fonte: Horst Bergmann – Frank Rothe, “Il codice delle Piramidi” (pag. 170-172).

(c) 2003 Newton & Compton Editori. Titolo originale: “Der Pyramiden-Code”. (c) Heinrich Hugendubel Verlag. Kreuzlingen/Munchen 2001

Informazioni su L'amico Mauro

https://astronascenteblog.wordpress.com/chi-sono/ ?
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

8 risposte a LA FINE

  1. Pingback: T’HO CAPITA | Emozioni, l'espressione fisica dell'amore

  2. L'amico Mauro ha detto:

    … “Tutto è pronto per una sequela di eventi, tanto fitta che vi sarà difficile seguirli. Quel che desideriamo fare è mantenere le masse bene informate, affinché non sorgano equivoci sulle nostre intenzioni. Ci sarà gente che non ci accetterà a causa dei loro sogni e speranze religiose, per cui vedranno il nostro arrivo come qualcosa di diverso da quanto era stato detto loro di aspettarsi. A qualcuno, infatti, è stato fatto credere che noi siamo in combutta con il diavolo. È nostro desiderio dissipare tali dubbi e sentimenti, perché noi amiamo Dio e siamo a vostro servizio per liberarvi dalla schiavitù.

    Anche tenendo conto delle vostre varie credenze religiose, alla fine ci saranno solo due possibilità: una sarà l’Ascensione che vi farà diventare più simili a Dio, e l’altra è la continuazione di quel che già conoscete. Noi useremo ogni mezzo possibile per farvi conoscere la verità sul vostro futuro, che non può essere cambiato, e la vostra possibilità di scelta. Non esercitiamo pressione su anima alcuna, limitandoci a fornire le prove della nostra missione, che saranno suffragate dai Maestri sulla Terra e fuori di Essa. Molto vi fu rifilato come verità, ma anche molte cose furono deliberatamente travisate o addirittura totalmente falsificate, tanto che ora occorre correggere tutti questi danni. In passato, obbediste ai vostri padroni oscuri senza comprenderne le intenzioni delittuose; adesso, però, state entrando in un periodo di elevazione, con livelli di coscienza sempre crescenti e, di conseguenza, siete in grado di discernere. L’energia intrinseca della verità ve la farà riconoscere come tale e interagirà con l’intuizione, che è la vostra amica più affidabile.

    Naturalmente, vorrete anche le prove di quel che vi diciamo sulla vostra storia. Questo non è certo un problema per noi, perché siamo in grado di mostrarvi tutte le testimonianze, contenute nelle registrazioni degli Archivi Akashici. Qualunque cosa accaduta può esser fatta rivivere incluso, per esempio, il Diluvio Universale o altri simili grandi eventi storici. Quella dell’Arca di Noè è una bellissima stori diventata un mito, ma noi vi faremo vedere cosa accadde veramente. Esempi del genere ce ne sono parecchi e abbiamo già preparato i nostri libri di testo! Ovviamente, siamo molto infervorati all’idea di poter comunicare con voi a tali livelli” … Fonte:
    http://www.costanza2003.org/messaggiQuinsey/SaLuSa11042012.htm

  3. L'amico Mauro ha detto:

    … “Alcuni di voi lavoreranno con noi sul nostro progetto di divulgazione, e, a tempo debito, i dettagli di questo saranno completamente spiegati. Vorremmo iniziare questo processo molto presto, e chiediamo a quelli di voi che sono stati selezionati di essere pronti per essere raccolti da noi da un momento all’ altro, e scortati a una riunione che si terrà nello spazio per un certo numero di ore. Vi preghiamo di preparare voi stessi, e tutto il necessario a casa, per essere in grado di lasciare per un certo tempo indeterminato, pensiamo che la durata di questo incontro non sia più di poche ore, tuttavia, non possiamo dire appunto quante. Basti capire che noi ci auguriamo che rimaniate per tutta la durata di questo incontro, e non vogliamo interrompere la riunione in corso per farvi tornare a casa presto, prima del suo completamento. Questo è un compito molto importante e come tale merita un certo livello di preparazione da parte vostra. Vi chiediamo di rimanere il più preparati possibile, perché ci metteremo in contatto senza preavviso, quando sarà il momento di venirvi a prendere, e vi accompagneremo alla nostra nave in attesa. Non possiamo dare un avvertimento maggiore di questo, in quanto vi sono problemi di sicurezza e dobbiamo fare tutto il possibile per proteggere la vostra sicurezza e la sicurezza del nostro equipaggio” … Fonte:
    http://www.lanuovaumanita.net/messaggio_dalla_federazione_galattica_di_luce_134.html

  4. L'amico Mauro ha detto:

    … “Le nostre navi intensificheranno i loro sorvoli visibili, di giorno e notte, per far in modo che la gente si abitui alla nostra esistenza. In parallelo, i rappresentanti di tutti i paesi selezionati, saranno invitati come ospiti nelle nostre navi madre, dove ottenere informazioni, e la possibilità di fare foto e video di noi e le nostre navi. Tornati sulla Terra, possono essere trasmessi attraverso i mezzi di comunicazione, e le giuste persone. Insieme con quello che devono segnalare, queste misure aiuteranno a dissipare la paura, e soggezione riguardo a noi.

    Noi non siamo qui per sopprimervi o depredarvi . Abbiamo risorse in abbondanza, e non siamo quindi dipendenti dalle risorse della Terra. Siamo qui per aiutarvi. Voi siete membri della nostra famiglia, e siamo entusiasti di riunirci e riprendere con voi i buoni rapporti che abbiamo avuto, in lunghe epoche passate, con gli abitanti della Terra. Non siamo mai stati lontano da voi. Abbiamo osservato la vostra evoluzione per migliaia di anni, e per quanto ci è stato consentito dalle leggi dell’Universo, siamo intervenuti di volta in volta, per preservare il pianeta dalla distruzione” …
    Fonte:
    http://blog.libero.it/Geaplunner/11234750.html

  5. Pingback: IL NUOVO ANNO | La Nuova Era

  6. Pingback: DESERTO | La Nuova Era

  7. orchideagialla ha detto:

    Prima o poi …
    tutti NOI
    torneremo a casa
    https://amicidimauro.wordpress.com/2011/05/09/ritorno-a-casa-e-nuova-era/
    la dove inizio e fine, passato e futuro,
    si fondono in un solo istante …
    da tanti conosciuto … col nome di presente …
    http://serpente-piumato.blogspot.it/search?q=presente

  8. Pingback: ASSENZA | Mondi alternativi

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...