NON SOFFRIRE

Non fare la scelta di soffrire

cerca invece di capire

che non si può morire

 

Chi muore è il nostro corpo

ma l’anima,

nel momento del distacco

torna alla casa del Padre

 

per rigenerarsi e leggere,

dai propri errori,

le difficoltà che affronterà

nella nuova vita

 

In un continuo via vai,

che ci consente,

fino al traguardo

della comprensione,

di poter tornare

per imparare ad Amare

 

… <<Perché scegliamo ancora la sofferenza? Perché abbiamo commesso e continuiamo a commettere errori. Cosa fare per non soffrire più? Correggerli! Tutto dipende solo da noi, dal singolo all’insieme. In questo consiste l’amore liberatore: donare se stessi con intelligente metodologia per aiutare il piano divino di correzione. Dio è dunque Amore nella misura in cui lo serviamo, ci comportiamo correttamente, amiamo il prossimo come noi stessi, altrimenti diventiamo giustizieri nostri e degli altri. Se l’uomo ha preferito diventare una bestia diabolica, ne piange le conseguenze, e questo “pianto” per la riabilitazione va inquadrato in molte incarnazioni. E poi, senza rispettare gli ordini del Padre, chiediamo miracoli, salute, benessere. Che strano! Il vero miracolo è l’Amore sublime del prossimo come noi stessi. Il dare è carità cristiana, è la compassione del Buddha, è l’unità di Dio, di Allah, è la dimostrazione vivente di chi possiede questi valori. Ogni principio originario “religioso” ci definisce tutti fratelli, non per un’appartenenza di casta, ma perché figli dell’unico Padre. Questa sintesi di uguaglianza è il basilare motivo per la riunificazione delle religioni. Ma allora noi chi siamo? Siamo gli artefici del nostro destino>>…

 Fonte: “La Legge del Padre” di Orazio Valenti (pag. 88-89), gratuito su http://www.edicolaweb.net/nonsoloufo/file_zip.htm

Informazioni su L'amico Mauro

https://astronascenteblog.wordpress.com/chi-sono/ ?
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

8 risposte a NON SOFFRIRE

  1. Rebecca o semplicemente Pif ha detto:

    Buongiorno fratello Mauro, credo che tutto dipende dalla coscienza propria, penso l’umantità e talmente incosciente, e cosi soffriamo in continuazione. Se impariamo ad applicare la legge del nostro Creatore al nostro modo di vivere, possiamo diventare sereno sia esterno e nel interiore. L’unica via ovviamente e il sentiero d’amore verso noi stessi e tutto quello che ci sta attorno. Vorrei condividere il mio amore con l’intera umanità, ma non tutti vogliono essere amati.. ti abbraccio e ti amo Pif

  2. L'Amico Mauro ha detto:

    … “non tutti vogliono essere amati”… Perché? Ce lo siamo mai chiesti?
    Forse perché nell’infanzia non hanno ricevuto quell’Amore che gli avrebbe permesso di accettare se stessi … e gli altri? Tale mancanza li ha portati poi ad una dipendenza … una necessità che è impossibile soddisfare se non si apre il proprio cuore

    • Rebecca o semplicemente Pif ha detto:

      Sai abbiamo perso il vero stretto contatto con il nostro Creatore, se vediamo ingiustizie e dolori incolpiamo Dio, perchè abbiamo sempre bisogno uno a cui dare la colpa, siamo cosi privi d’amore.. questo e il problema principale. Ma dentro di noi e radicato l’amore, non dobbiamo cercare nella infanzia o cercare altr scuse per giustificarci. Dobbiamo ascoltare nel nostro interiore e l’amore si fa sentire e ci fa stare meglio, se siamo colmo d’amore possiamo anche amare il mondo..

  3. costy ha detto:

    se fosse così semplice… che l’anima tornata alla casa rifletta sui propri errori per non commetterli nella nuova vita non saremmo ancora qui a discutere sulla cattiveria umana..per quante anime sono volate in questi millenni al padre dovremmo essere pura luce d’amore.. Allora che cosa c’è ancora di sbagliato nell’uomo? L’idea del possesso forse la fa da padrone? La bramosia di possedere una cosa e ancor peggio una persona dà a taluni un senso alla loro vita?? Bisogna sentirsi in balia degli eventi più catastrofici per accorgersi che abbiamo tutti lo stesso corpo …due braccia..due occhi..un cuore. Eppure buttiamo all’aria miliardi in armi a che scopo? perchè esistono i confini? a che scopo la fame e la distruzione?…non v’è ragione se non l’interesse materialistico di pochi…
    Ciao Mauro grazie per la riflessione…
    un bacio

    • L'Amico Mauro ha detto:

      E’ … “così semplice” …!
      Ma c’è un piccolo problema, quando torniamo sulla terra non ricordiamo ciò che nell’altra sponda è così chiaro e che Tu hai giustamente puntualizzato. Di là viviamo tutti beatamente, ma senza la consapevolezza di quella beatitudine. E’ questo il motivo per cui abbiamo fatto la scelta di “venire giù” … in questo “inferno” … per poter apprezzare il “Paradiso” che è la nostra vera “casa”. Ed ogni volta ricominciamo dal punto in cui abbiamo lasciato prima di morire, cambiando solamente il corpo, e dopo esserci ricaricati dell’Energia che ci consentirà di affrontare la Nuova Vita!
      Costy, grazie al Tuo pregevole intervento ho potuto chiarire alcuni concetti fondamentali, Te ne sono grato.
      Ti Amo

  4. sonoqui ha detto:

    Che dirti.. Parole, Pensieri, Riflessioni, sono un
    bel mazzo di fiori non ancora sbocciati, ma, sbocceranno veramente?…
    ho i miei forti dubbi.
    Un caro saluto
    Gina

  5. Lolli ha detto:

    I fiori sbocciano di continuo, bisogna riconoscere in noi il desiderio di curarli, la forza di farlo anche per una causa comune. Bellissimo post! Buona serata.

  6. Donatella ha detto:

    Ciao Mauro, magari tutti gli uomini facessero proprie queste riflessioni, oggi l’umanità piange e soffre per la cattiveria di tante persone che non hanno ancora capito qual’è la via per raggiungere la vera felicità e sono convinte che risieda nel soddisfare i propri egoistici interessi a discapito del prossimo, gente arida che non sa neanche lontanamente cosa significhi vivere davvero e soprattutto amare davvero!
    Buon fine settimana

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...