DISPERATO

Disperato è l’uomo

che dalla vita

è stato soggiogato

 

Un ammalato? Forse!

Alla pari, sicuramente,

di coloro i quali sono affetti,

anche inconsapevolmente,

da una qualunque dipendenza

 

Il loro disturbo?

Sicuramente una mancanza,

di qualcosa che provoca

un’immane sofferenza

 

Potrebbe la causa

essere un inappagato bisogno d’amore?

Chi lo sa? Probabilmente!

Certo è che vivere in sua assenza

provoca un inguaribile dolore

che si avverte nella comune incoscienza

 

Ma c’è una speranza?

Certamente!

Se scegliamo di uscire

dalla buia stanza,

dei nostri pensieri

abbandonando gl’inutili desideri,

 

alla ricerca di  quella Luce

che poi, tra l’altro,

già tutti conduce

 

e lasciando aperto

un piccolo spiraglio

cosicché, scansato l’abbaglio,

e superato lo scoglio

che c’impedisce di nuotare

nel pacato ondeggiare

del nostro mare

 

possiamo,

senza alcuno sforzo della mente,

riuscire nuovamente a galleggiare,

avendo appreso che ciò che serve veramente

è solamente iniziare ad amare

Informazioni su L'amico Mauro

https://astronascenteblog.wordpress.com/chi-sono/ ?
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

9 risposte a DISPERATO

  1. Rebecca o semplicemente Pif ha detto:

    Ciao Mauro, quanta gente e disperato per il fatto che non si sentano amato, la mia paura che l’essere umano ha dimenticato di amare.. quanto sarebbe bello il mondo se noi tutti ci prederemo per le mani colmo d’amore uno verso l’altro.. cosi la nostra vita ormai oscurato si illuminarebbe e l’amore ci abbraccia.. sperò che stai bene come sempre ti abbracio e ti amo Rebecca

  2. Simona ha detto:

    Belle parole.. il vero senso della vita:l’Amore, buona settimana Mauro:)

  3. Donatella ha detto:

    Si, assolutamente…la solitudine vera è la mancanza d’amore, che impedisce di vivere.
    Buona serata carissimo amico mio

    • L'Amico Mauro ha detto:

      Rebecca, stai tranquilla, IO sto bene e non potrebbe essere altrimenti dato che ho ritrovato me stesso. La poesia è nata per empatia verso una mia cugina che ha perso il marito dopo una lunga sofferenza attribuibile, secondo Me, proprio a tale mancanza. Nella prossima “Non soffrire” mi rivolgo proprio a Lei. E’ il mio modo di starLe vicino perché non amo partecipare a riti che si ripetono sempre uguali da millenni e che nulla apportano alla consapevolezza umana. La mia assenza è un segno di protesta, il modo che ho scelto per esortare i miei familiari a riflettere, affinché si sveglino dal loro lungo sonno.
      Vi ringrazio per la Vostra sempre preziosa testimonianza.
      Vi Amo

  4. L'Amico Mauro ha detto:

    Lo scomparso
    era una persona
    che ha vissuto
    una grande disperazione

    Ed è pensando alla sua condizione
    che ho provato la profonda compassione
    da cui è scaturita questa semplice composizione

  5. lucetta ha detto:

    “ciò che serve veramente
    è solamente iniziare ad amare” tutti in modo indistinto senza esclusioni. Ciao Mauro.

  6. sonoqui ha detto:

    Il Tuo Pensiero affascina , ma… si ritorna sempre a girare avuoto, senza almeno una
    risposta Vera.
    Ciao

  7. Pingback: LA DIPENDENZA | La Vita è Poesia

  8. Pingback: RABBIA ARMATA | La Nuova Era

Rispondi a Donatella Annulla risposta

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...