LA COERENZA

<<Continui a scrivere, scrivere,

dicendo tutto ed il suo contrario

sei una tortura per la mente,

completamente incoerente!>>

 

Cerca di capirmi:

per Te è un bene

se non capisci niente!

 

Tu vorresti da me

Una verità preconfezionata

così da poterla adorare

senza averla mai cercata

 

Ma che ne sarebbe dell’estasi

del ritrovamento

se non passasse

per il tuo rinnovamento?

 

… <<Ti senti offesa perché ho ferito il tuo orgoglio, il tuo ego, se riuscissi a vedere questa realtà, le mie affermazioni sarebbero state utili. Se non riesci a vedere questa realtà la mia freccia ha mancato il bersaglio. Allora dovrò usare qualche altro stratagemma. Io devo distruggere le strutture del tuo ego, per cui smettila di dirmi che le mie affermazioni sono prive di coerenza. Io ho un’unica coerenza: quella d’essere incoerente. Io sono coerentemente incoerente: questa è la mia unica coerenza! E ho una libertà infinita, poiché posso giocare, posso scherzare, posso godere nel frantumare i vostri ego e nel distruggere i vostri schemi. Non sono affatto serio riguardo a queste cose. Tento dapprima una cosa e poi un’altra. Le mie affermazioni sono simili a quelle degli attori sul palcoscenico: lascia che si contraddicano a vicenda, non sono là per rivelare la verità, ma per provocarla, per aiutarvi a scoprirla. Inoltre ti dico di non fare mai nulla solo per amore della coerenza. La coerenza è il rifugio dei folli e dei filosofi, che sono poi le stesse persone, perché limita ogni sperimentazione ed ogni esplorazione. Un’azione coerente con il passato si sviluppa in una dipendenza programmata; ti congela in una stasi, arrestando la tua evoluzione nel divenire. Dovresti mantenere ogni padronanza sui tuoi comportamenti attuali: nessuno dovrebbe mai piegarsi al passato. Un’azione coerente con il passato è una forma di morte e distrugge ogni tuo potenziale di crescita nella comprensione. Ricorda: cos’è la coerenza? Significa che il mio oggi deve obbedire al mio ieri: quella è coerenza! In questo caso come potrei crescere? Come potrei evolvere? Se rimanessi coerente con il passato, non avrei alcuna possibilità di crescita. Crescita significa incoerenza: il tuo oggi deve andare oltre il tuo ieri, tu devi essere incoerente con il tuo ieri e devi usarlo come punto di partenza, non devi esserne limitato: il tuo domani dovrà andare oltre il tuo oggi. Se un giorno ti allontani dal tuo passato crescerai e raggiungerai le vette più elevate. Le persone coerenti sono sciocche: la loro vita è stagnante. Hanno un fetore di morte, sono simili a cadaveri: continuano a imputridire, non vivono affatto. Fondamentalmente la vita non è un fenomeno logico, è un processo contraddittorio. Ecco perché non posso dare una definizione di me stesso: la definizione di oggi domani non sarebbe più valida. La mia dedizione è nel cambiamento. Il cambiamento è il mio Dio, perché è l’unico fenomeno immutabile nella vita; per questo lo chiamo Dio. Dovrei definirmi in ogni momento della mia vita e nessuno conosce ciò che gli porterà l’istante successivo. Io credo nel cambiamento; nel mondo tutte le religioni sono state dogmatiche: io non ho assolutamente alcun dogma, sono contrario ad ogni dogma. Nel mondo tutte le religioni si sono ridotte a sentenze filosofiche. Quando avrò lasciato il corpo (è gia accaduto nel 1990 n.d.r.), vi lascerò in una confusione tale che nessuno riuscirà mai a stabilire realmente ciò che ho detto. Nessuno riuscirà mai a ridurlo ad un dogma. Voi non potete definirmi con precisione, non potete fissarmi. Io non sono un oggetto, sono un fiume, una nuvola che cambia continuamente forma. La mia idea di coerenza è radicata in questo continuo cambiamento, in questa danza dinamica chiamata vita. Io non porto il peso del mio ieri: è già stato cambiato dal mio oggi. Io vivo nel presente, perché non esiste un altro modo per vivere. La cosa fondamentale è che le mie affermazioni non dicono niente sulla verità. le mie affermazioni sono solo provocatorie: io vi sto spingendo a scoprirla, non vi sto rivelando la verità! La verità non è una cosa che può esservi offerta, non è una merce, non è trasferibile. Io sto semplicemente creando in voi un desiderio ed un anelito teso allo spasimo a ricercare, ad indagare, ad esplorare. Se io fossi molto coerente, voi smettereste di ricercare>>…

 

Fonte: Osho – “I libri del fiore d’oro © 2000 by News Services Corporation, Arona (NO). © 2007 RCS Libri S.p.A., Milano. Prima edizione Firme Oro Bompiani: novembre 2007 (ISBN 978-88-486-0341-6, pag. 543-545). © 1979 Osho International Foundation, CH8001, Zurigo, Svizzera.

Informazioni su L'amico Mauro

https://astronascenteblog.wordpress.com/chi-sono/ ?
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

10 risposte a LA COERENZA

  1. Pingback: DESIDERATA | La Vita è Poesia

  2. costy ha detto:

    La verità??? quale e quante verità?? Ognuno la filtra attraverso il proprio ego o le proprie radici…possiamo parlare di realtà non di verità… il sole è una realtà il tramonto è una verità in quanto il sole tramonta in maniera però diversa in ogni parte del mondo e con sfumature diverse a seconda degli occhi che lo guardano….
    mi hai disorientata un po’ Mauro ti ho percepito un po’ aggressivo..ma capisco il tuo essere nuvola, aria che non si può imbrigliare!
    Ciaooooo 🙂
    Costy

  3. Rebecca o semplicemente Pif ha detto:

    Ti voglio un mondo di bene Pif

  4. L'Amico Mauro ha detto:

    @ Costy. Aggressivo dici? Se le “frecce del mio arco vanno fuori bersaglio” debbo pur inventare qualcos’altro …
    @ Rebecca. Che Ti è successo? Prima dicevi di Amarmi … ed ora?
    Vi Amo!

  5. Pingback: SOFIA | La Nuova Era

  6. amleta ha detto:

    Il post che ho scritto sulla coerenza non era diretto a te, sia chiaro, ma a molte altre persone con cui ho a che fare ogni giorno in vari social. Perchè prendi quello che scrivo come un attacco personale e a te? Io mica scrivo i post per te!
    Per quanto riguarda il bersaglio non centrato posso dirti che se vai da Eros lui ti può dare qualche consiglio su come aggiustare la traiettoria 😛
    Per quanto riguarda i sentimenti delle persone io non mi meraviglierei sai, solo pochi sanno esser costanti nelle loro emozioni e poi tu che non poni limiti all’essere umano fai così tanta differenza tra un ti voglio bene e un ti amo?
    Per quanto riguarda l’aggressività, se tu dici: “Io devo distruggere le strutture del tuo ego, per cui smettila di dirmi che le mie affermazioni sono prive di coerenza. ” questa frase è molto dura e aggressiva. Inoltre pone un grande dubbio in me: perchè DEVI? che dovere hai tu verso di noi? quale forza ti spinge a dover per forza centrare il bersaglio? Perchè lo vuoi centrare?
    Tu vuoi distruggere il mio ego, ma tu chi sei? pechè ti rivolgi a me e al mio ego?

  7. Pingback: IL CANTO | La Nuova Era

  8. Pingback: UN’ALTRA? | La Vita è Poesia

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...