LA PREGHIERA

Badate bene

non sto parlando

di quella che si “recita” in chiesa

no, quella è semplice ipocrisia,

lì tutti dicono che così facendo

incontreranno il divino …

ma si son mai chiesti quando?

 

La vera preghiera

scaturisce dalla nostra Essenza

che Ama vivere

ringraziando l’esistenza

 

nel momento in cui

entriamo a farne parte

abbandonata la nostra personalità

per dedicarci all’arte

 … <<La preghiera ti rende libero. Preghiera significa religione. Preghiera significa: tu sei responsabile, tu hai scelto un certo stile di vita; ora non occorre che ti agiti tanto. Se non ti piace, abbandonalo! Dipende assolutamente da te: in un unico istante di consapevolezza, puoi abbandonarlo. Questo è il satori, questo è il samadhi: l’abbandono di tutte le assurdità; in un unico istante d’intuizione vedi che: “Io sto portando con me tutto quel peso e, se non voglio più farlo, non è affatto necessario che lo porti. Nessuno può obbligarmi a farlo: né il fato, né la società, né la chiesa. Puoi abbandonarlo perché la tua essenza interiore resta libera dalla tua personalità. La personalità è come un abito: puoi toglierla e puoi rimanere nudo in ogni istante. La tua essenza sarà denudata, tu sarai guarito, perché l’essenza è sempre in uno stato di salute, in uno stato d’integrità. La preghiera è la via suprema per abbandonare qualsiasi personalità: cristiana, hindu, giainista, buddhista, indiana, tedesca, inglese. La preghiera è il modo per mettere da parte tutto l’armamentario della personalità e per essere semplice, puro ed innocente. In questa purezza ed innocenza cominci a prostrarti. Puoi non credere in Dio, non c’è bisogno che tu creda in Dio: un credente non è neppure una persona religiosa. Ma quando sei totalmente nudo nella tua essenza, quando hai abbandonato tutti i tuoi abiti – hai abbandonato tutto ciò che ti avevano dato gli altri, ti sei distaccato da ciò che avevi imparato, da tutto ciò che avevi appreso, dagli insegnamenti e dalle cultura che ti avevano imposto – sei improvvisamente nella tua primitiva chiarezza, così com’eri prima della tua nascita. Quello è il tuo volto originale. È fresco come una goccia di rugiada nelle prime ore del mattino: è radioso come le stelle nella notte, è maestoso come i fiori e gli alberi; è semplice ed innocente come lo sono i bambini, gli animali e gli uccelli. In quel momento ti senti colmo di gioia e, spinto dalla gioia ti prosti: non ai piedi di un Dio. Ricorda: non c’è bisogno che tu creda in un Dio. Semplicemente, spinto dalla gratitudine, ti prostri, e nel tuo prostrarti non c’è alcun oggetto. Ti prostri semplicemente, vedendoti irrorato da una simile gioia senza alcun motivo – non sei degno, non la meriti, non l’hai guadagnata – come potresti non offrire il tuo profondo ringraziamento all’esistenza? Chini la testa, ti arrendi. Ti prostri a terra in assoluto silenzio. Il tuo cuore palpita, pulsa nell’estasi. Nel tuo respiro c’è un ritmo diverso, c’è una melodia diversa. Tutta la tua energia fluisce e danza. Sei entrato in sintonia con l’esistenza. Questo è ciò che io chiamo preghiera, non quella che si recita nelle chiese e nei templi. Quello è un ripetere pappagallesco, formale, che non ha niente a che fare con la vera preghiera. E questa preghiera guarisce, questa preghiera è una vera terapia.>>…

 Fonte: Osho – “I libri del fiore d’oro © 2000 by News Services Corporation, Arona (NO). © 2007 RCS Libri S.p.A., Milano. Prima edizione Firme Oro Bompiani: novembre 2007 (ISBN 978-88-486-0341-6, pag. 533-534). © 1979 Osho International Foundation, CH8001, Zurigo, Svizzera.

Chi non fosse d’accordo

con questa splendida terapia

non ha che un’alternativa

sottoporsi ad una psicoterapia!

Informazioni su L'amico Mauro

https://astronascenteblog.wordpress.com/chi-sono/ ?
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

13 risposte a LA PREGHIERA

  1. Pingback: LA PSICOTERAPIA | Consapevolezza ed Amore

  2. costy ha detto:

    Sono d’accordo..non fosse altro che per evitare la Psicoterapia…ahahah
    E’ pura, sacrosanta verità comunque.
    Proprio stamane stavo pensando alle imposizioni delle religioni…coincidenza che siano state tutte scritte dagli uomini (paravento di un famigerato essere superiore) che guarda caso detta leggi contro i deboli e le donne?Strano che i veti sono posti solo al mondo femminile non trovi? Chissà che un giorno il buono di ogni religione si unisca a formarne una al servizio della gente, annullando quelle che schiavizzano uomini e paesi interi. Credo che nessun Dio voglia il male del suo popolo ma noi riusciamo a superare persino Dio ad autoproclamarci tali dettando leggi assurde. Se siamo nati così Dio ci ha resi perfetti… chi siamo noi per imporre veli, infibulazioni e torture di ogni genere…???
    Svegliati mondo dal torpore dei millenni e brilla di luce propria prima che sia troppo tardi.

    Costy

  3. Donatella ha detto:

    La preghiera è ciò che scaturisce spontaneamente dall’anima, la volontà di incontrare il divino…e può anche essere la preghiera tradizionale, basta che sia recitata con sincerità e amore.
    Ciao Mauro, buona serata

    • L'Amico Mauro ha detto:

      Il problema è proprio “la volontà” …
      Non potrai raggiungere il divino “volendolo”, ma solo abbandonandoti all’esistenza, scordandoti di Lui. Perdonami, ma lo debbo ribadire, tutto ciò che sai, tutto ciò che Ti è stato insegnato dagli uomini su Dio è assolutamente inutile e la prova è l’infelicità che si legge negli occhi degli insegnanti. Se avessero trovato il divino, gioirebbero, danzerebbero, canterebbero …. ed invece …
      Ti Amo

  4. Pingback: LA RISPONDENZA | La Nuova Era

  5. L'amico mauro ha detto:

    Riepilogando …
    la mia preghiera è la seguente …
    ma “probabilmente”, come accade spesso,
    non la capirà la mente …
    non adesso …
    quindi
    CON ACCORTEZZA
    AMA TE STESSO
    SE VUOI RAGGIUNGERE
    LA SALVEZZA
    https://amicidimauro.wordpress.com/la-salvezza/

  6. Pingback: L’IO DIVINO | La Nuova Era

  7. Pingback: RISPOSTE | Consapevolezza ed Amore

  8. Pingback: COSA FAI? | La Nuova Era

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...