LA MIA RELIGIONE

… <<La comunicazione avviene attraverso le parole, la comunione attraverso il silenzio. Ci sono persone per le quali è sufficiente la presenza, un gesto, uno sguardo, per loro il linguaggio non è più un bisogno…

Ho parlato a hindu, a cristiani, a ebrei, a musulmani, a jainisti, a buddisti, a sich, a persone appartenenti a quasi tutte le cosiddette religioni. Ad ognuno ho dovuto parlare attraverso i personaggi che rappresentano le loro religioni. Ai cristiani ho potuto parlare solo attraverso Gesù, e questo non mi faceva sentire a mio agio, ma non avevo altra scelta, per cui ho dovuto scegliere il male minore. Lasciate che mi spieghi: non sono d’accordo con Gesù in tutto e per tutto. In realtà, ho lasciato molti interrogativi irrisolti perché il solo toccarli avrebbe ferito a morte quei cristiani che si erano avvicinati a me… Adesso posso dirvi, senza mediazioni di sorta, ciò che sento, altrimenti resterebbe un peso…

Sheela ha chiesto perché la chiamo “la mia religione“

Perché è la religione che risiede dentro ognuno di noi, la più alta fioritura della consapevolezza e fino ad oggi l’uomo non è stato in grado di concepirla. Perfino ora, solo l’un per cento dell’umanità, a stento, è in grado di darle una configurazione. Le masse vivono ancora nel passato, ne sono appesantite, il passato le condiziona. Tutte le religioni del passato si fondano sulla paura. Mentre una religione reale “distrugge” la paura, non si fonda su di essa. In tutte le vecchie religioni il concetto di Dio non è altro che un prodotto della paura, è una consolazione. In caso contrario non esiste nessuna prova, nessuna evidenza che dia validità all’esistenza di Dio. In realtà le persone che credono in Dio sono incapaci di aver fiducia in se stesse. Hanno bisogno di una figura paterna, di un grande Padre. Sono persone infantili, la cui età mentale non supera i dodici anni: hanno bisogno di qualcuno che dia loro coraggio, che le guidi, le protegga. Hanno paura di essere lasciate sole. Temono la morte, che ogni giorno si avvicina sempre di più, ed hanno bisogno di qualcuno che le difenda da quella morte. Dio è una proiezione della tua paura. Nel momento in cui la paura scompare, scopri che non esiste nessun Dio. Nel momento in cui riesci a fidarti di te stesso, ad essere te stesso, allora non esiste più nessun Dio. Ma Gesù prega ad ogni istante, eleva le mani al cielo come se lassù vi fosse un Dio. Non solo, riceve anche le risposte! Sente delle voci! Questi sono sintomi di nevrosi. Se devo dire la verità, Gesù è un malato di mente. È un bravo ragazzo, una brava persona. Ma il suo comportamento lascia trasparire molte cose: è un fanatico, un narcisista. Pensa che solo quelli che seguiranno “lui” verranno salvati. Tutti gli altri finiranno all’inferno per l’eternità. Ebbene, solo un sempliciotto può sostenere cose simili. Chi è mai Gesù per salvare qualcuno? Afferma di essere l’unico figlio di Dio, e ci crede! Ci credette fino al giorno in cui venne crocifisso. Solo la crocifissione porta un po’ di senno a questo folle. Solo sulla croce urla disperato: “Perché mi hai abbandonato?”. Di certo stava aspettando un miracolo. È l’unico figlio di Dio e Dio non arriva. E se non arriva ora, quando stanno crocifiggendo il suo “unico” figlio, quando potrà mai arrivare? E se neppure Gesù viene salvato, che garanzia di salvezza potrà mai avere chi lo segue? Ma gli sciocchi credono ancora che verranno salvati, se seguono Gesù. Neppure lui fu salvato… Aspettò un po’, in attesa del miracolo, ma non accadde. I miracoli non accadono. Non sono mai accaduti. Sono solo desideri di persone che soffrono di allucinazioni o che sognano, non sono realtàIo insegno a vivere qui e ora. Questa è la mia religione che non rifiuta nulla della vita. Ti accetta totalmente, così come sei, e trova metodi e mezzi per permetterti una totalità sempre armoniosa. Hai tutti gli ingredienti per riuscirci, è tutto dentro di te, anche se devi fare un po’ d’ordine. E quando ci sarai riuscito, a quel punto, sorgerà l’uomo di carattere, l’uomo che io chiamo morale, religioso… Questa è “la mia religione”. Io non vi prometto nessun paradiso e non vi spavento con nessun inferno, semplicemente perché … non esistono!…>>

 Fonte: Osho – “La bibbia di Rajneesh”. © 1988/2006 RCS Libri S.p.A. – IX ed. Tascabili Bompiani settembre 2006 (pag. 4-8). © 1985 Osho International Foundation.

 

Informazioni su L'amico Mauro

https://astronascenteblog.wordpress.com/chi-sono/ ?
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

8 risposte a LA MIA RELIGIONE

  1. L'amico Mauro ha detto:

    … “La religione è il lusso supremo. Ovviamente, ne saranno attratte solo le persone che se lo possono permettere. Non si adatta al povero, il povero non ha bisogno di religione. E in nome della religione al povero sono stati dati solo oppio e consolazioni. In nome della religione al povero è stato dato qualcosa di falso, un surrogato. Al povero, che sta morendo di inedia, che è malato, stanco, non si addice la vera religione. Non gli è possibile interessarsi ai voli della consapevolezza. Vuole qualcosa da mangiare, vuole una casa, degli abiti. Fa freddo, è nudo e tu gli parli di meditazione e di consapevolezza? Gli vai a parlare di come conseguire le vette supreme dell’essere? E’ semplicemente assurdo! La religione ha inizio solo quando sei stufo della tua ricchezza, quando possiedi tutto ciò che il denaro ti può dare e tuttavia ti ritrovi vuoto” … Fonte:
    http://www.testesso.com/tag/enzo-biagi-intervista-osho/

  2. Pingback: CONNESSIONE | La Nuova Era

  3. L'amico Mauro ha detto:

    … “Io non professo alcuna religione in particolare, non l’ho mai fatto e sicuramente non lo farò mai, perché per me, esse hanno tutte ragione e tutte sono nell’errore…
    È l’uomo che ha cercato di quantificare, di legiferare ed anche di controllare l’aspetto spirituale della vita. Io so ora che il fatto di vivere e di amarsi gli uni gli altri è la sola vera religione”…

    Estratto da:
    http://sebirblu.blogspot.it/2013/04/rara-e-sublime-esperienza-cosmica-di.html

  4. Pingback: TORNERÒ? | La Nuova Era

  5. L'amico Mauro ha detto:

    Sì, lo confesso …
    ho davvero provato una grande emozione …
    nello scrivere … la mia …
    https://amicidimauro.wordpress.com/religio-ne/

  6. Pingback: MAMMONA | La Nuova Era

Rispondi a orchideagialla Annulla risposta

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...