LA PERSUASIONE

Fonte: SCHOPENHAUER, “Il mondo come volontà e rappresentazione”. © 2011 Newton Compton editori s.r.l. Roma – prima edizione.

Sulla copertina del libro, dello stesso autore:

<<Nessuna verità è dunque più certa, più indipendente da tutte le altre e meno  bisognosa di prova di questa: che ogni cosa presente alla conoscenza, quindi tutto questo mondo, è soltanto oggetto in rapporto al soggetto, intuizione dell’intuente, in una parola: rappresentazione.>>

Dall’introduzione di Marcella D’Abbiero (pag. VIII e IX):

 <<L’essere umano è un insignificante prodotto che trascorre la sua vita intrappolato nel circolo vizioso di un desiderio che non può mai saziarsi, perché qualunque soddisfazione genera la noia. E poiché nella vita non esiste nulla che possa colmare la mancanza, l’unica via d’uscita sembra essere quella di staccarsi dai propri desideri individuali, guadagnando con l’ascesi il nulla. Schopenhauer si è così guadagnato la fama di pessimista radicale e distruttivo. E non mancano certamente le “pezze d’appoggio”: non è forse “nulla” la parola con cui termina il testo? E non è forse la capacità di staccarsi da tutto – l’ascesi – il rimedio che l’autore sembra proporre per le tragedie della vita? Ma il discorso appare più complicato. La ricchezza di quest’opera consiste proprio nel fatto che, nonostante il finale, accanto alla descrizione realista (più che pessimista) della condizione del mondo, si trovano sprazzi straordinari di apertura e di profonda umanità. basta gettare uno sguardo alla struttura del Mondo per comprendere che nelle sue pagine scorre sì il pessimismo, ma un pessimismo “umanistico” come diceva Thomas Mann. L’intento dichiarato di Schopenhauer è infatti quello di descrivere con assoluto realismo lo stato del mondo (libri primo e secondo), per poi tracciare, su queste premesse, una qualche via di riscatto, suggerendo comportamenti e stili di vita (libri terzo e quarto). E basta leggere le bellissime pagine che l’autore dedica ai “gradi intermedi” sulla via del distacco, alla tragedia, alla musica, all’Amore, alla compassione, e anche alle coinvolgenti descrizioni del dolore, protagonista del mondo, per comprendere la profonda vitalità di questo pensatore. Ma forse ai tempi in cui scrive “Il Mondo” Schopenhauer non era in grado di sostenere fino in fondo i suoi pensieri: desiderava ancora una verità totale e perfetta (l’assoluto), e questo configge con la sua attenzione al mondo umano, che è frammentato e molteplice. Si potrebbe allora ipotizzare che sia la sua ansia di verità assoluta che in punti nodali stravolge le sue affermazioni, fino a farle apparire distruttive… Nei supplementi (scritti dopo 26 anni da “Il Mondo”) egli ha smesso di sognare l’assoluto e riesce, così, ad apprezzare le risorse dell’animo umano>> che può ricongiungersi al principio creativo mediante una accurata ricerca interiore.  <<Il suo percorso, forse non sufficientemente valutato dalla critica, ruota intorno ad un problema cruciale per il mondo moderno e post-moderno: l’uguaglianza di tutti. Un problema che nella storia della cultura non ha avuto la dovuta attenzione… Nella molteplicità dei punti di vista, se siamo tutti uguali, nessuno può più farsi portatore di una verità assoluta. Una verità può essere proposta e argomentata, ma sempre è sottoposta al confronto, e si diffonde e si afferma solo con la persuasione>>…

Informazioni su L'amico Mauro

https://astronascenteblog.wordpress.com/chi-sono/ ?
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

4 risposte a LA PERSUASIONE

  1. Donatella ha detto:

    Le sue teorie mi hanno sempre affascinato…trovo veritiero il suo concetto di persuasione quale conseguenza necessaria dell’uguaglianza di tutti gli uomini. Complimenti Mauro, scegli sempre interessanti spunti di riflessione.
    Un caro saluto

    • L'Amico Mauro ha detto:

      “Il suo percorso, forse non sufficientemente valutato dalla critica, ruota intorno ad un problema cruciale per il mondo moderno e post-moderno: l’uguaglianza di tutti. Un problema che nella storia della cultura non ha avuto la dovuta attenzione” …

  2. Pingback: PUREZZA | La Nuova Era

  3. Pingback: CIOÈ? | La Vita è Poesia

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...