AMORE, ISOLAMENTO E SOLITUDINE

<<Questo è un fenomeno molto profondo, da comprendere, possiede un immenso significato. L’amore porta sempre la solitudine. I due non sono mai separati.

       La gente pensa esattamente l’opposto. La gente pensa: “Quando sei in amore come puoi essere solo?” Non fa alcuna distinzione tra le due parole: isolamento  e solitudine. Da qui nasce la confusione.

       Quando sei in amore non puoi sentirti isolato, questo è vero. Ma quando sei in amore sei necessariamente solo – e questo è ancor più vero. L’isolamento è uno stato negativo. Esser isolato significa desiderare l’altro. Essere isolato significa sentirsi avvolto dall’oscurità, dal dolore, dalla disperazione. L’isolamento ti fa sentire abbandonato. Nell’isolamento senti che nessuno ha bisogno di te. E ciò fa male. L’isolamento è una ferita.

       La solitudine è come un fiore. So che per i vostri dizionari isolamento e solitudine sono sinonimi – in realtà non lo sono affatto. Sono due fenomeni totalmente diversi.

L’isolamento è una ferita che può trasformarsi in un tumore.

       La gente muore più a causa di questo isolamento che di qualunque altra malattia. Il mondo è pieno di gente che si sente isolata; a causa di questo isolamento fa le cose più sciocche nel tentativo di riempire quella ferita, quel buco, quel vuoto, quella negatività.

       La persona che si sente isolata inizia a mangiare troppo, unicamente per sentirsi piena: inizia a bere alcool a prendere droghe, dal sonnifero all’LSD: vuole dimenticare se stessa. L’isolamento è così terrificante, così spaventoso, così simile alla morte, che si desidera solo fuggirne.

       La persona isolata si siede davanti alla televisione, rimane incollata alla poltrona per quattro, cinque, perfino sei ore … fino a consumare gli occhi. Ma che altro fare? Dove andare? Con chi stare?

       La comunicazione non esiste, la gente non è più in grado di parlarsi, al massimo riesce a parlare indirettamente. La gente ha perso la capacità di comunicare con l’altro, tutti sono simili a rette parallele, che sono vicine, ma non s’incontrano mai. Anche mariti e mogli, amici, perfino quelli che chiamiamo amanti sono rette parallele che non s’incontrano mai …

       Il mondo sente molto questo stato d’isolamento, ecco perché la gente cerca la droga, il sesso, o qualunque altro tipo d’intrattenimento che le impedisca di sentirsi così sola, almeno per un po’.

 La ferita è purulenta. E noi la nascondiamo in molti modi, con grandi possessi, con immensi palazzi, con l’accumulo di denaro, con sempre nuove strategie, ma la ferita rimane, niente servirà a nasconderla.

       Puoi possedere la villa più grande del mondo e sentirti altrettanto solo quanto lo eri quando vivevi in una casetta. Non sentirai alcuna differenza – le cose non possono modificare il tuo stato d’isolamento interiore.

       E la gente continua a creare relazioni; ma poiché entrambi i partner sono isolati, non può esserci un rapporto; un rapporto non può scaturire da un bisogno. Un rapporto nasce solo da un’energia traboccante, non nasce mai dal bisogno; se una persona è in uno stato di bisogno, e anche l’altro è nella stessa condizione, i partner cercheranno di sfruttarsi a vicenda. Tra i due si stabilirà un rapporto di reciproco sfruttamento; non d’amore, non di compassione. Non sarà un’amicizia. Sarà una forma d’inimicizia – molto amara, ma ricoperta di zucchero.

       Prima o poi lo zucchero si esaurirà – alla fine della luna di miele tutto lo zucchero sarà scomparso e rimarrà solo l’amaro. Ma a quel punto i due sono in trappola. Prima ognuno si sentiva solo separatamente, ora si sentono soli insieme e la cosa fa ancora più male …

La cosa più triste del mondo è vedere due amanti, una coppia, soli.

       La vera solitudine è un fenomeno totalmente diverso. La vera solitudine è un fiore, un fiore di loto che ti si apre nel cuore. La vera solitudine è positiva, è salute, è la gioia di essere se stessi, è la gioia di avere un proprio spazio. Certo, quando sei in amore, senti questa solitudine. La solitudine è bella, la solitudine è una benedizione. Ma solo gli amanti la possono capire, perché l’amore ti da il coraggio di essere solo, solo l’amore crea il contesto da cui nasce la solitudine. Solo l’amore ti appaga così profondamente che non hai più bisogno dell’altro – puoi stare da solo. L’amore crea il contrasto: amore e solitudine sono due polarità della stessa energia.

       Comprenderlo è un bene, perché talvolta gli amanti non si danno sufficientemente spazio per essere soli. Se gli amanti non si danno lo spazio per essere soli, l’amore ne sarà distrutto, perché è dalla solitudine che l’amore trae energia fresca, nuova vitalità.

       Quando sei solo accumuli energia che ad un certo punto inizia a traboccare. Questo traboccare diventa Amore – allora puoi andare a condividerlo con il tuo amico, con la tua donna, con quelli che ami…>>

Fonte: “IL MAL D’AMORE” – OSHO – pagina 174 –176 – © 1996 – New Services corporation (http://www.oshoba.ithttp://www.ilgiardinodeilibri.it/libri/__il_mal_d_amore.php ). © World Copyright: Osho International Foundation

Annunci

Informazioni su L'amico Mauro

https://astronascenteblog.wordpress.com/chi-sono/ ?
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

12 risposte a AMORE, ISOLAMENTO E SOLITUDINE

  1. lucetta ha detto:

    Ho trovato spunti molto molto utili e pensieri che condivido. Grazie.

  2. Pingback: ANTONELLA | La Vita è Poesia

  3. lina ha detto:

    Il concetto di isolamento mi sembra chiaro ed è diverso da quello di solitudine nella quale una persona è in grado di stare difronte a se stessa, ma quello di amore non è chiaro perchè allora i due innamorati si sentirebbero isolati?
    La parola amore ha bisogno di essere decodificata e in questo caso cosa vuol rappresentare quando una persona si trova ad affrontare la coscienza del proprio isolamento?

  4. Pingback: IL MATRIMONIO | La Vita è Poesia

  5. Pingback: LA CONVERSIONE | La Nuova Era

  6. Pingback: L’INCENDIO | La Nuova Era

  7. Pingback: ROMA RINGRAZIA | La Nuova Era

  8. Pingback: SOMMITÀ | La Nuova Era

  9. Pingback: RICHIAMO | La Vita è Poesia

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...