PADRE CIELO

… “Oltre alle esplicite radice ebraiche, la nascita e la morte di Gesù rivelano assonanze più o meno implicite con una lunga serie di miti religiosi di altre civiltà: gli egizi Horus e Osiride, il persiano Mitra, i greci Dioniso ed Ercole, persino l’azteco Quetzalcoatl. Il che non significa, naturalmente, che ci siano stati prestiti diretti fra i vari miti: piuttosto, significa che fatti come la nascita da una vergine e la resurrezione dalla morte costituiscono ovvi archetipi universali, condivisi dalla mitologie di molte culture. Ma non significa nemmeno che tali prestiti non ci siano stati. Ad esempio, la scelta del 25 dicembre come giorno della nascita di Gesù è mutuata dalla festa del Sol Invictus, <<Sole Invitto>>, il Dio Sole (El Gahal) che l’imperatore Eliogabalo importò nel 218 a Roma dalla Siria. L’imperatore Aureliano ne instaurò il culto nel 270 e ne consacrò il tempio il 25 dicembre 274, durante la festa del Natale del Sole: il giorno, cioè, del solstizio d’inverno secondo il calendario giuliano, quando il Sole tocca il punto più basso del suo percorso, si ferma (da cui il nome solstitium, <<fermata del Sole>>) e ricomincia la sua salita, in un succedersi di eventi che si può metaforicamente descrivere come la sua <<morte, resurrezione e ascesa in cielo>>. Il 7 marzo 321 l’imperatore Costantino stabili poi il Dies Solis (che ancor oggi si chiama in inglese Sunday) come giorno di riposo romano. Dopo essere evidentemente stato notato dai fedeli dei due culti, anche grazie a pronunciamenti evangelici quali <<Io sono la luce del mondo>>, il collegamento fra Cristo e il Sole venne praticamente ufficializzato nel 350 da papa Giulio I, con la scelta del 25 dicembre come Natale di Gesù. Anche il Dies Solis fu adottato dai Cristiani come giorno di riposo, benché col nome di Domenica, da Dominus, <<Signore>>. Il culto di Cristo non riuscì però a rimuovere quello del Sole, come dimostra il Sermone di natale del 460 di papa Leone Magno:

<<È così tanto stimata questa religione del Sole che alcuni cristiani, prima di entrare nella basilica di San Pietro apostolo, dedicata all’unico Dio, vivo e vero, dopo aver salito la scalinata che porta all’atrio superiore, si volgono al Sole e piegando la testa s’inchinano in onore dell’astro fulgente. Siamo angosciati e ci addoloriamo molto per questo fatto, che viene ripetuto in parte per ignoranza ed in parte per mentalità pagana>> .

Benché <<ignorante e pagano>>, il simbolismo solare permane comunque ancor oggi nei rituali della Chiesa: principalmente all’uso dell’ostensorio, in cui l’ostia consacrata viene esibita come un Sole irradiante raggi dorati. Esso fu introdotto nella liturgia cristiana da Bernardino da Siena nel XV secolo, ma era di uso comune già nella liturgia egizia per il culto di Aton, il dio unico di Akhenaton rappresentato dal disco solare. Lo stesso dio, cioè, che potrebbe aver ispirato Jahvé a Mosè: in tal caso, veramente Gesù sarebbe il Figlio del Padre, e il cerchio si chiuderebbe storicamente. Ma si chiude in ogni caso etimologicamente, perché non sono affatto casuali i legami tra le divinità indoeuropee e la luce: l’italiano dio, il latino deus, il greco theos e il sanscrito dyaus derivano infatti da un’unica radice che significa <<luminoso>> o <<splendente>>, e identificavano variamente il giorno (da cui il latino dies) e il cielo. I nomi comuni sono poi stati personificati nei nomi propri Dyaus Pitar indù, Zeus Pater greco, Deus Pater latino e Dio Padre italiano, che significano semplicemente <<Padre Cielo>> o, con una ulteriore ipostatizzazione, <<Padre che sei nel Cielo>>.”…

Fonte: Piergiorgio Odifreddi, “Perché non possiamo essere cristiani  (e meno che mai cattolici)” – pag. 93-95. © 2007 Longanesi & C. (MI). Prima edizione Saggistica TEA gennaio 2011.

Informazioni su L'amico Mauro

https://astronascenteblog.wordpress.com/chi-sono/ ?
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

4 risposte a PADRE CIELO

  1. Pingback: ORME | La Nuova Era

  2. L'amico Mauro ha detto:

    Ma davvero ne sono esistiti e ne esistono altri?
    https://skydrive.live.com/?cid=1bdd2c220825b339#!/view.aspx?cid=1BDD2C220825B339&resid=1BDD2C220825B339!2912

    In tal caso chiunque potrebbe “Essere” come Lui/Loro?
    … Anche IO?
    https://amicidimauro.wordpress.com/2012/01/22/un-altro-messia/

    A Te la risposta …

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...