MATRIMONIO, FAMIGLIA e ALCHIMIA

Il matrimonio: Il matrimonio non è che “amore ordinato”, che segna spesso il confine tra il vivere-per-sé e l’essere-per-l’altro; ha pertanto una precisa funzione educativa poiché insegna al coniuge a uscire dalla propria piccola personalità, nella consapevolezza che ha iniziato in coppia un cammino di sacralizzazione della propria esistenza. Il matrimonio del futuro non sarà determinato da motivazioni egocentriche e superficiali ma si evidenzierà la sacra responsabilità che gli sposi assumono nei riguardi del loro amore di coppia e del rapporto con i loro figli; sarà loro chiaro che i nuovi nati sono anime loro affidate di cui, con amore e intelligenza, cureranno soprattutto l’aspetto mentale e spirituale. Ogni nascita terrena, attesa da genitori vigili e amorevoli, spiritualmente orientati, sarà considerata un’opportunità di procurare alle anime i corpi necessari per poter percorrere sul Pianeta una tappa del cammino di apprendimento e di evoluzione, cui seguirà la Nascita nella luce…

La famiglia: Il senso più profondo dell’amore familiare, inteso appunto come mezzo evolutivo per la sua funzione salvifica e liberatoria, è quello di indurre gradualmente i molti a farsi uno (“ut unum sint”) a livelli sempre più avanzati di consapevolezza. Nell’evoluzione della coscienza esso ha carattere propedeutico poiché allude e prepara a più alte realizzazioni, essendo la modalità iniziale per accedere all’unità trans-personale, in cui l’Io cede al Sé: “Non per amore della sposa ma per amore del Braham che è nella sposa” (Upanishad).

L’alchimia universale: Diversificazione e unificazione, coesistono simultaneamente nell’Universo, idea continuamente creata e mantenuta in esistenza dal Pensiero del Grande Alchimista. Al livello umano, è l’uomo stesso, “essere di transizione” secondo la terminologia di Aurobindo, che, essendo pervenuto dopo lungo cammino nella materia alla svolta della sua evoluzione, rende possibile la “spiritualizzazione della materia” trasmutando volontariamente se stesso; conformemente al suo destino di “Dio in divenire”, decide, ad un certo punto del suo percorso, con un lucido atto di volontà, di andare oltre la sua attuale statura umana. Pertanto, l’”oro” materiale della pratica alchemica non è che un simbolo; la trasmutazione dei metalli in oro è, di conseguenza, allegoria ed esempio didattico che allude alla necessità di apprendere l’arte della purificazione trasmutando i materiali grossolani e impuri della personalità nel metallo puro e prezioso dello spirito. Solo diventando alchimisti sempre più per-fetti (da “per-fectus”, portato a compimento) potremo “comprendere dall’interno” i testi sacri, basati sulla visione dell’Unità, le cui interpretazioni sono tanto varie quanto sono diversi i livelli di sviluppo dei lettori”…

(Chiara Marelli, “Sul Sentiero”(pag. 123-124 e 127), gratuito su www.edicolaweb.net).

Annunci

Informazioni su L'amico Mauro

https://astronascenteblog.wordpress.com/chi-sono/ ?
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Una risposta a MATRIMONIO, FAMIGLIA e ALCHIMIA

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...