La reincarnazione

(dagli scritti di Edgar Cayce, il profeta dormiente)

“All’inizio tutte le anime erano una cosa sola con la Forza Divina. In veste di identità singola aggiungevano o sottraevano ciò che era in accordo con lo scopo di Dio o aggiungevano e sottraevano le benedizioni di cui erano consce nella materialità. Ecco come si costruisce il Karma. E la legge è perfetta: ciò che semini raccogli. Non esiste una legge che provoca la separazione tra l’uomo ed il suo Creatore. “Non c’è nessuna causa eccetto l’indulgenza o la negligenza da parte dell’uomo stesso” (Edgar Cayce, lettura 3660-1). Cresciuto secondo i rigidi valori tradizionali del Protestantesimo dell’America di inizi ‘900, Edgar Cayce suggerì una visione rivoluzionaria della realtà, proponendo la reincarnazione quale unica filosofia di vita in grado di spiegare la navigazione dell’anima umana verso il porto del suo creatore. Fu per la prima volta nel 1923 che Cayce, durante una lettura di carattere medico a favore dell’amico e uomo d’affari Arthur Lammers, fece emergere tra lo stupore suo e dei presenti, l’argomento della reincarnazione. Nel corso di questa lettura, chiamata a fornire una interpretazione delle carte astrologiche e dei loro influssi sulle inclinazioni caratteriali di Lammers, egli annunciò “una volta era un monaco”. Durante i successivi 21 anni, dopo aver approfondito gli studi biblici, Cayce produsse oltre 2500 letture vitali sulla reincarnazione a favore di oltre 1500 persone. Egli raccolse sia l’eredità delle religioni orientali del Buddhismo e dell’Induismo, sia delle filosofie occidentali di Platone e Kant e le fuse, rielaborando in modo talvolta originale il tema della sopravvivenza dell’anima alla morte. Il cardine del suo pensiero è la conferma delle Scritture della Genesi: siamo stati creati “ad immagine di Dio” (Genesi, 1-26); la nostra essenza ed il nostro stato naturale è lo spirito, chiamato da lui anche corpo spirituale o entità dell’anima, generato dal Creatore con un atto di immaginazione creativa e costituito dall’insieme inscindibile di spirito, mente e volontà. È solo questa entità animica a rappresentare la nostra essenza eterna che conosce la successione di vite con la reincarnazione, è il nostro corpo spirituale ad abitare temporaneamente di vita in vita il corpo fisico, identificabile per Cayce come una “finestra” sull’anima che ci permette di diventare più consapevoli della nostra origine divina. Il corpo fisico sarebbe dunque solo un alloggio temporale, finalizzato a raccogliere esperienze nella dimensione tridimensionale della materialità. Poiché Dio concede alle anime il dono del libero arbitrio, insieme all’opportunità di trovare l’espressione di se stesse, una volta scoperta ed esperita la loro individualità, esse faranno di nuovo ritorno a Lui in piena consapevolezza, per diventare Sue compagne mature. E poiché l’essenza dell’Uno è Amore, attraverso l’educazione alla legge dell’Amore le anime ritroveranno la loro fonte originaria di unità e saggezza”.

Fonte: http://www.ipnosiregressiva.it/channeling-guide-spirituali/articoli/edgar_cayce_reincarnazione_karma_bardo_articolo_sui_channeling_conosciuti.php

Informazioni su L'amico Mauro

https://astronascenteblog.wordpress.com/chi-sono/ ?
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Una risposta a La reincarnazione

  1. bettayunae ha detto:

    Trovo decisamente affascinante ed interessante tutto ciò che riguarda l’ipnosi regressiva e gli aspetti animici. “In molte vite un solo amore” di Brian Weiss ci sono notevoli spunti di riflessione al riguardo. Un saluto 🙂

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...