Il sannyasin

IL SANNYASIN

 “Alcuni,  nel mio gruppo, sono prevalentemente chiamati
a vivere la vita del sannyasin, cioè di chi, compiuti i suoi doveri di studio,
di famiglia, di lavoro, è maturo per quell’atteggiamento verso altri propositi
e mete di vita che tecnicamente chiamiamo del sannyasin, ovvero il discepolo
insegnante
. Nei vecchi tempi egli lasciava la casa e gli affari e andava
per il mondo, seguendo la Luce, cercando il Maestro, e sempre insegnando sul
suo cammino. Oggi, nella civiltà occidentale e sotto l’albeggiante influsso
della Nuova Era, il richiamo è lo stesso, ma il discepolo non abbandona la
famiglia e la propria utilità esterna. Resta dov’è, prosegue nei suoi doveri
esterni e fisici, ma in lui avviene un grande cambiamento e si riorienta. Il
suo atteggiamento verso la vita e gli affari è profondamente alterato. Tutta la
stia vita interiore diviene un sistematico ritirarsi… È alquanto diversa dal
<<distacco>>, che si applica principalmente alla natura
astrale-emotiva, al desiderio, qualunque siano gli attaccamenti. Questa è
invece un’attività mentale; è un atteggiamento della mente che domina tutta la
vita personale. Comporta non soltanto il distacco dal desiderio e da ciò che è
familiare, desiderato ed acquisito da lunga abitudine, ma anche un completo
riadattarsi dell’intero triplice uomo inferiore al mondo dell’anima.

È
qui che le rette abitudini e i giusti atteggiamenti verso gli affari e le
relazioni di famiglia, entrano in gioco e consentono al sannyasin di
<<continuare la via ascendente con cuore distaccato e libero>>, e
tuttavia far ciò mentre compie la giusta azione, il giusto pensiero e il giusto
desiderio, verso tutti coloro con cui è legato il suo destino. A questo
difficile compito l’anima ti chiama. È il problema principale della tua vita:
rimanere libero anche se circondato; operare nel mondo soggettivo mentre sei
attivo in quello esteriore; conseguire il vero distacco mentre dai a tutti quel
che è dovuto. Il vero sannyasin, colui che (libero dai compiti più attivi del
giovane che s’inoltra nel suo campo d’azione) può usare l’esperienza, la
saggezza e la conoscenza duramente conquistate, per servire la Gerarchia e
l’umanità. Puoi ora vivere per il prossimo, e trovare in ciò ricompensa,
interesse e compensazione di tutte le lotte del passato
. Il periodo che
ti attende è quello proprio del sannyasin, di colui che – gustata in pieno
l’esperienza della vita – si dedica a vivere secondo i valori spirituali, e li
insegna.

Rifletti
su questo. Conforma la tua vita al modello del sannyasin e non restare legato
da attaccamenti del piano fisico. Se tu lo facessi questi t’indebolirebbero, e
il dolore del rimanere aggrappato ostacolerebbe i tuoi piedi che
inciamperebbero sul Sentiero. Cammina libero, fratello, non attaccarti a
nessuno e non legare a te nessuno coi lacci dell’attaccamento
. Tu sei
un sannyasin e come tale devi lavorare per liberarti da legami d’ogni specie,
ma non dalle condizioni e responsabilità circostanti (la distinzione è
sottile). Quel che si richiede è l’atteggiamento interiore di remissione
completa alla volontà dell’anima, che è la Volontà di Dio, per quanto concerne
l’individuo
. Sii unito alle anime, fratello, ma distaccati dalle
personalità… I rapporti personali prosciugano e devitalizzano. Sii felice
come il sannyasin che (distaccato dal sé minore, ma unito al Sé superiore in
tutti) abbandona tutto ciò che potrebbe impedire ed intralciare il suo
servizio. D’ora innanzi non appartieni a te stesso, né a nessuno, né presti
ascolto ai richiami terreni. Appartieni ai servitori dell’umanità e a noi.

Sii
un sannyasin libero, libero, solo con Dio, con la tua anima e me
.

Quindi,
lavora ed Ama”
.

Titolo
dell’opera: “RIFLETTICI”, dagli scritti di Alice Bailey e dal Maestro Tibetano
Djwhal Khul. Gratuito su www.bailey.it (pag.
148).

 

Informazioni su L'amico Mauro

https://astronascenteblog.wordpress.com/chi-sono/ ?
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...